09/04/12 Aggiornato il:

Jordanian site of Petra



Petra fu rivelata al mondo moderno nel 1812 da Johann Ludwig Burckhardt, un viaggiatore svizzero che, in abiti arabi, si faceva chiamare Cheikh Ibrahim e seguiva la strada che collegava Damasco all'Egitto passando per la Giordania. Egli aveva sentito dire che nei pressi del villaggio di Wadi Musa si trovavano, in una sorta di fortezza naturale, delle vestigia straordinarie. La regione apparteneva allora all'Impero ottomano e gli stranieri curiosi di antichità - che erano ritenute "opera degli Infedeli" - erano considerati con grande diffidenza, anche per le tensioni politiche e religiose dell'epoca.
Petra | Le sette meraviglie del mondo

Johann Ludwig Burckhardt




Burckhardt si presentò allora come un pellegrino che desiderava sacrificare una capra al profeta Aronne, la cui tomba, costruita nel XIII secolo, si riteneva collocata al di là delle rovine, in cima al gebel Haroun.
Accompagnato dalla sua guida, l'esploratore attraversò la città antica senza potersi fermare un attimo a prendere una nota o a fare uno schizzo, e tuttavia consapevole dell'importanza di quelle vestigia, e che le rovine presso Wadi Musa fossero quelle di Petra. Entusiasta, diffuse la notizia tra gli occidentali residenti in Medio Oriente e in Egitto, e la ripeté nel suo libro Travels in Syria and the Holy Land, che fu pubblicato solo cinque anni dopo la sua morte, nel 1823.

Petra | Le sette meraviglie del mondo

Petra | Le sette meraviglie del mondo
Petra (da πέτρα, roccia in greco) è una città posta circa 250 km a Sud di Amman, la capitale della Giordania, in un bacino tra le montagne ad Est del Wadi Araba, la grande valle che si estende dal Mar Morto fino al Golfo di Aqaba. Il suo nome semitico era Reqem o Raqmu («la Variopinta»), attestato anche nei manoscritti di Qumran.
Fu nell'antichità una città edomita e poi divenne capitale dei Nabatei. Verso l'VIII secolo fu abbandonata in seguito alla decadenza dei commerci e a catastrofi naturali, e, benché le antiche cavità abbiano ospitato famiglie beduine fino ad anni recenti, fu in un certo senso dimenticata fino all'epoca moderna.
Le numerose facciate intagliate nella roccia, riferibili per la massima parte a sepolcri, ne fanno un monumento unico, che è stato dichiarato Patrimonio dell'umanità dall'UNESCO il 6 dicembre 1985. Anche la zona circostante è dal 1993 parco nazionale archeologico. Nel 2007, inoltre, Petra è stata dichiarata una delle sette meraviglie del mondo moderno.


Petra | Le sette meraviglie del mondo

Petra | Le sette meraviglie del mondo


Petra | Le sette meraviglie del mondo

Petra | Le sette meraviglie del mondo

Petra | Le sette meraviglie del mondo


Petra | Le sette meraviglie del mondo

Petra | Le sette meraviglie del mondo


Petra | Le sette meraviglie del mondo


Petra | Le sette meraviglie del mondo
 

Petra | Le sette meraviglie del mondo

Petra | Le sette meraviglie del mondo

Petra | Le sette meraviglie del mondo

Petra | Le sette meraviglie del mondo

Petra | Le sette meraviglie del mondo

Petra | Le sette meraviglie del mondo

Petra | Le sette meraviglie del mondo

Petra | Le sette meraviglie del mondo

Petra | Le sette meraviglie del mondo

Petra | Le sette meraviglie del mondo

Petra | Le sette meraviglie del mondo

Petra | Le sette meraviglie del mondo

Petra | Le sette meraviglie del mondo

Petra | Le sette meraviglie del mondo


Petra | Le sette meraviglie del mondo

Petra | Le sette meraviglie del mondo

Petra | Le sette meraviglie del mondo

Petra | Le sette meraviglie del mondo

Petra | Le sette meraviglie del mondo

Petra | Le sette meraviglie del mondo