08/04/12 Aggiornato il:

Coco Chanel ~ Creò la nuova donna del XX secolo



Gli aforismi

  • La felicità non è altro che il profumo del nostro animo.
  • Se una donna è malvestita si nota l'abito. Se è ben impeccabilmente si nota la donna.
  • La moda è fatta per diventare fuori moda.
  • Per essere insostituibili bisogna essere diversi.
  • Non mi pento di nulla nella mia vita, eccetto di quello che non ho fatto.
  • La bellezza serve alle donne per essere amate dagli uomini, la stupidità per amare gli uomini.
  • La moda riflette sempre i tempi in cui vive, anche se, quando i tempi sono banali, preferiamo dimenticarlo.
  • Coco Chanel 1883-1971 | Creò la nuova donna del XX secolo

  • L’eleganza non consiste nell’indossare un vestito nuovo.
  • La giovinezza, una novità. Nessuno ne parlava vent’anni fa.
  • La natura ti da la faccia che hai a vent’anni; è compito tuo meritarti quella che avrai a cinquant’anni.
  • Quelli che creano sono rari; quelli che non creano sono numerosi. Quindi gli ultimi sono i più forti.
  • Alcune persone pensano che la lussuria sia l’opposto della povertà. Non lo è. È l’opposto della volgarità.
  • Amo la lussuria. Essa non giace nella ricchezza e nel fasto ma nell’assenza della volgarità. La volgarità è la più brutta parola della nostra lingua. Rimango in gioco per combatterla.
Coco Chanel 1883-1971 | Creò la nuova donna del XX secolo

La storia

Forte ed ambiziosa, Gabrielle Coco Chanel, 1883-1971, sovvertì la moda femminile costretta all’interno di rigidi schemi sociali, rivoluzionò il concetto di femminilità, imponendosi come figura fondamentale del fashion design e della cultura popolare del XX secolo.
Coco Chanel 1883-1971 | Creò la nuova donna del XX secoloChanel non faceva parte della aristocrazia parigina, né dell’alta borghesia, ma riuscì a rendere à la page gli abiti delle sartine e delle commesse anche tra le ricche signore di Deauville.
Nata il 19 agosto 1883, in un villaggio nel sud della Francia, Coco Chanel, pseudonimo di Gabrielle Bonheur Chanel, fece i suoi primi passi nel mondo della moda nel 1908, creando cappelli a Parigi e, successivamente, a Deauville. In queste città e a Biarritz, aprì i suoi negozi negli anni 10.
Durante la Belle Epoque le donne, erano strizzate in rigidi corsetti e vestivano con abiti plissettati e drappeggiati, farciti da sottogonne e rinforzati. A tutto questo, si aggiungeva un gusto accentuato per i richiami esotici.
Al termine della prima guerra mondiale, durante la quale Chanel Modes aveva imposto la sua presenza sul mercato, nasce il prototipo della garçonne, che Chanel interpretò insieme a Patou.
Coco Chanel, attraverso la moda, rappresentò il nuovo modello femminile che stava sviluppandosi nel 900: una donna dinamica,che lavorava e che non poteva più essere schiava dell'abbigliamento costrittivo della Belle Époque.
Coco Chanel 1883-1971 | Creò la nuova donna del XX secolo

"Fino a quel momento avevamo vestito donne inutili, oziose, donne a cui le cameriere dovevano infilare le maniche; invece, avevo ormai una clientela di donne attive; una donna attiva ha bisogno di sentirsi a suo agio nel proprio vestito. Bisogna potersi rimboccare le maniche".
Chanel diede a quella nuova donna il vestito giusto. Lo stesso famoso vestitino nero sembra proprio ispirato alla divisa delle commesse. La stilista sosteneva che «la vera eleganza non può prescindere dalla piena possibilità del libero movimento».
Per l'utilizzo di materiali umili e per l'ispirazione che traeva dalle figure legate alla vita lavorativa, Chanel venne rinominata la regina del genre pauvre, una “povertà di lusso, molto moderna e snob".
Paul Poiret chiamava lo stile di Coco misérbailisme de luxe. La stilista liberò le donne da corsetti e impalcature per cappelli, donando loro abiti comodi, semplici nelle linee per intraprendere una vita quotidiana dinamica.
A partire dal 1913 fino ad arrivare al 1930, Chanel portò la lunghezza delle gonne sotto il ginocchio e abbassò il punto vita, promosse l'utilizzo del jersey e dello stile alla marinara, e per finire introdusse l'utilizzo dei pantaloni femminili.
Chanel crea la nuova donna del XX secolo, una donna che afferma la propria femminilità non per contrasto, bensì per paradosso, attraverso la rivisitazione di abiti maschili.
«Prendendo i vestiti maschili e dando loro una piega femminile, Coco diede anche un significante contributo al movimento femminile. Non si volle mai descrivere come femminista, ma la sua rivoluzione nel disegno dell'abito femminile coincise con l'esplosione del movimento femminista»

Coco Chanel 1883-1971 | Creò la nuova donna del XX secoloCoco Chanel 1883-1971 | Creò la nuova donna del XX secolo

Coco Chanel 1883-1971 | Creò la nuova donna del XX secolo

Coco Chanel 1883-1971 | Creò la nuova donna del XX secolo

Coco Chanel 1883-1971 | Creò la nuova donna del XX secolo

Coco Chanel 1883-1971 | Creò la nuova donna del XX secolo

Coco Chanel 1883-1971 | Creò la nuova donna del XX secolo

Coco Chanel 1883-1971 | Creò la nuova donna del XX secolo

Coco Chanel 1883-1971 | Creò la nuova donna del XX secolo

Coco Chanel 1883-1971 | Creò la nuova donna del XX secolo

Coco Chanel 1883-1971 | Creò la nuova donna del XX secolo

Gabrielle Coco Chanel by Man Ray a Biarritz 1928 - Tutt'Art@

Gabrielle Coco Chanel con Cecil Beaton - Tutt'Art@

Gabrielle Coco Chanel ed Ina Claire 1931 - Tutt'Art@