Pubblicato il 09/02/12e aggiornato il

Textual description of firstImageUrl

Gustave Jacquet | Academic Portrait painter




During the 19th century, particularly in France, people developed a vivid fascination with the past and paintings of the bygone eras were in demand.
Jacquet specialised in painting figures, portraits and genre subjects in which he evoked the elegance of the 16th, 17th and 18th centuries. These works were exquisitely painted with every attention paid to detail; his use of colour is rich and vibrant and his rendition of luxurious cloth is outstanding.







Gustave Jean Jacquet (1846-1909) was born on 25th May, 1846 in Paris.
He was a pupil of Bouguereau** and for his debut at the Paris Salon in 1865 he exhibited 'The Reverie' which was very much in his master's style.
He received a third class medal in 1868 with his painting 'Army Outing in the 16th Century'.
In 1875 Jacquet won a first class medal** and he was decorated with the Legion d'Honneur in 1879. Jacquet died in Paris in 1909.





























































Gustave Jacquet (Parigi, 25 maggio 1846 - Parigi, 12 luglio 1909) è stato un pittore Francese**.
  • Biografia
Gustave Jean Jacquet è noto come il pittore dei ritratti femminili e, molto meno, di scene storiche. Fu allievo di William Bouguereau, e debuttò al "Salon" del 1865.
Con lo pseudonimo di "Jacquet" illustrò alcune opere umoristiche, in particolare edite da Félix Juven.
Jacquet visse a Parigi cambiando sovente indirizzo.
Infatti, dal 1865-1866, abitò in rue Desbordes-Valmore; dal 1867-1874 fu al 22 di rue Saint Ferdinand, nel 1875 e 1876, si spostò in Avenue Montaigne, dal 1877-1883 in rue de Prony e infine, dal 1884 al 92° di Avenue de Wagram.
In quest'ultima casa Jacquet si spense all'età di 63 anni.
Alla sua morte il contenuto del suo atelier andò disperso a causa di una vendita all'asta del 29 novembre 1909, che comprendeva antichi vestiti, armi e armature appartenenti all'eredità di M. G. Jacquet.
Il catalogo comprendeva 252 riferimenti a opere di pittura, di cui sette relativi a quadri di vecchi maestri, e iniziava con una prefazione intitolata «Le Beau Cavalier», redatta da Robert de Montesquiou, amico di Jacquet.





Fai una donazione con con Paypal

Archivio

Follow by Email