27/04/15 Aggiornato il:

Artur Muharremi, 1958 | Allegorical painter




Artur Muharremi is one of the most important Albanian contemporary painters. Muharremi has started to create before the political changes leading Albania to democracy took place. With his well known painting 'Before Creation' (1989), Muharremi was one of those very few artists, who shook off and warned the Albanian society of nineties against the crisis that was going to break. Artur Muharremi completed university studies of scenography and contributed actively and significantly as a painter and producer for the development transformation and qualitative amelioration of the animated film.





In 1991, Artur Muharremi opened his first exhibition in the Albanian National Gallery of Arts. The artworks he presented there were characterized by a metaphysical environment and an emptiness that reflected the political and social situation of Albania of that time. Then, Artur Muharremi emigrated to Greece (Athens), where he painted and created publicity spots for a private TV studio. Parallel to this, Artur Muharremi realized artworks of different genres, such as landscapes and compositions.
The paintings of Artur Muharremi are realized in the form of pictorial cycles that are very interesting with regard to the way they perceive the philosophy of life and its phenomena. He is an Allegorical painter, very accurate in realizing every detail of an artwork.



Awards
2013 - Collective Exhibition of Melun, France - Prix de la ville, Winner;
2005 - Festival of Animated Films, Bari, Italy - Special Prize;
1989 - Figurative Arts - First Prize, Winner;
1989 - National Film Festival of Albania - First prize, Winner;
1988 - National Film Festival of Albania - 3rd prize;
1987 - National Film Festival of Albania - 2nd Prize;
1986 - Short Film Festival of Albania - First Prize, Winner.











































































Artur Muharremi nasce nella città di Pogradec in Albania.
Nel 1983 termina gli studi di disegno presso l'Accademia di Belle Arti di Tirana (sezione Scenografia), sotto la direzione dei professori Agim Zajmi, Zef Shoshi, Guri Madhi ed altri.
Dopo la laurea viene assunto come direttore-pittore al film Notizie studi Albania albanese per i cartoni animati.
Fin dai primi anni '90 realizza come autore numerosi film anche come coautore con altri autori noti come Vlash Droboniku e Bujar Kapexhiu, dà prova molto presto della sua originalità portando un nuovo spirito al cartone animato albanese con i suoi soggetti dapprima peri bambini e più tardi più seri e filosofici, molto coraggiosi per quell’epoca totalitaria.
Vince numerosi premi per i suoi film in festival nazionali ed internazionali. Nel 1989 partecipa al Concorso Nazionale di Arti Figurative, con il suo quadro "Prima della creazione" e ottiene il primo premio, che segna il consolidamento del suo lavoro nella pittura.
Nel 1991, apre la sua prima mostra personale nelle sale della Galleria Nazionale delle Arti. Quella mostra viene molto apprezzata dal pubblico e dalla critica. La difficile situazione dell’Albania per le vicende politiche, lo costringe, come molti altri artisti, a lasciare il paese ed emigrare in Grecia.
Ad Atene, lavora presso la Società cinematografa di cartoni animati "Artoon Studio", dove realizza vari cortometraggi pubblicitari per la televisione. Ben presto apre uno studio per occuparsi di pittura. Incontra molti intellettuali e pittori greci, come il regista e produttore greco Niko Vergjitsi, o il commediografo Spiro Foka di rinomanza mondiale. La pittura lo distoglie dal magico mondo del cinematografo e, a questo punto, si dedica esclusivamente ad essa. Partecipa attivamente alla vita artistica greca.
Nel 2000, viene invitato a partecipare a Patrasso alla "Mostra navale greca" ed alla "Esposizione balcanica". L’anno dopo partecipa alla Mostra "Dieci pittori albanesi di Atene" ed alla "Esposizione balcanica di Atene".
Nel 2003, torna in Albania ed inaugura la sua terza mostra personale presso la Galleria Nazionale delle Arti e decide di rimanere con la sua famiglia a Tirana. Viene assunto come direttore di scenografia presso il Teatro Opera di Danza. Crea la messa in scena dell'opera "Elisir d'Amore". In Albania rinasce il suo vecchio amore per il cartone animato. Così, realizza come autore il cartone animato "Il Ponte", con il quale partecipa a diversi festival di cartoni animati (Zagabria, Annecy, Drama…). Nel Festival di Bari viene insignito del Premio Speciale del Festival.
Torna di nuovo alla pittura. Il gallerista Eduard Mezuraj gli propone un contratto di collaborazione per il primo museo privato in Albania.
Nel 2009, si trasferisce a Parigi, dove apre prima una mostra personale presso la galleria "Art Gallery Arcima" e partecipa alla mostra internazionale "Place aux artistes" e nel 2010 apre la seconda esposizione personale nella "Artouch Gallery" a Parigi.