25/07/16 Aggiornato il:

Brahim Achir, 1956 | Surrealismo Visionario




Brahim Achir nasce in Algeria il 21 gennaio 1956.
Nel 1976 consegue in Algeria il diploma di laurea di perito tecnico superiore.
Vinta una borsa di studio, si trasferisce in Italia dove studia presso l’Accademia Navale di Livorno (anno 1977-78) che però lascia per dedicarsi alla pittura ed alla poesia.
Nel 1979 torna a Roma per proseguire la sua ricerca pittorica, esponendo in diverse mostre collettive e personali.








Mostre
  • 2005 Personale, patrocinio Comune Frosinone;
  • La porta blu, mostra personale, Art Gallery, Roma;
  • Expoarte, Montichiari;
  • Minimanimalia, mostra collettiva, Galleria via maestra114, Poggibonsi (Si);
  • De humana natura, mostra collettiva, Galleria Manzi S. Gimignano - 2006 Polaroids, mostra scenografica, Teatro dell'Orologio, Roma;
  • Mostra personale, Roma, studio DR .Dic. - 2007 A.R.G.A.M. Primaverile Romana;
  • Premio Marina di Ravenna;
  • Fiera contemporanea Forlì;
  • Mostra personale, Galleria Margutta 102, Roma - 2008 Mostra personale, Archgallery, Roma;
  • Quattro pittori a confronto, mostra collettiva, Italarte,Via delle Colonnette, Roma;
  • Artisti arabi tra Italia e Maghreb, mostra itinerante 2008-2009, Palazzo della Farnesina. Cat. Skira - 2009 Mostra personale, Galleria via Margutta 102, Roma;
  • Convergenze mediterranee. Camera dei deputati, Palazzo Montecitorio. Cat. De Luca editore d’arte;
  • Nuovo surrealismo visionario e fantastico oggi, in Italia, mostra collettiva, Italarte, Rocca Aldobrandesca, Piancastagnaio (Si).