Visualizzazione post con etichetta Austrian Art. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Austrian Art. Mostra tutti i post
Textual description of firstImageUrl

Franz Kafka | Domenica saremo insieme..

Nella primavera del 1919, Franz Kafka (1883-1924) - una delle maggiori figure della letteratura del XX secolo ed importante esponente del modernismo e del realismo magico europeo - conosce la giornalista, scrittrice e traduttrice Ceca Milena Jesenská (Praga, 10 agosto 1896 - Campo di concentramento di Ravensbrück, 17 maggio 1944), moglie del critico e scrittore ebreo Ernst Pollak (1886-1947), residente a Vienna, in cui si era dovuta trasferire dopo essere stata allontanata dalla famiglia che non le aveva perdonato il matrimonio con un ebreo.

Poiché gli introiti di Pollak non erano sufficienti per un'adeguata vita della coppia a Vienna, Milena contribuì lavorando come traduttrice.
Nel 1919 si imbatté in un breve racconto dello scrittore praghese Franz Kafka, e gli scrisse per ottenere l'autorizzazione alla traduzione dal tedesco al ceco. Da quel momento cominciò una intensa corrispondenza tra i due.

Franz Kafka e Milena Jesenska

Textual description of firstImageUrl

Sigmund Freud: Omosessualità? "Nulla di cui vergognarsi!", 1935

Il 9 aprile del 1935, Sigmund Freud (Neurologo, psicoanalista e filosofo Austriaco, 1856-1939) scrisse una lettera di risposta ad una madre che gli aveva chiesto aiuto per il figlio gay.

Cara signora,
deduco dalla sua lettera che suo figlio è omosessuale.
Sono molto colpito dal fatto che non usi mai questo termine nel darmi le informazioni su di lui. Posso chiedere perché lo evita?
L’omosessualità non è certo un vantaggio, ma non c'è nulla di cui vergognarsi, non è un vizio, non è degradante; non può essere classificata come una malattia; riteniamo che sia una variazione della funzione sessuale, prodotta da un arresto dello sviluppo sessuale.
Molti individui altamente rispettabili di tempi antichi e moderni erano omosessuali, tra di loro c’erano grandi uomini. (Platone, Michelangelo, Leonardo da Vinci, ecc).


Textual description of firstImageUrl

Shaun Smith | Ocean Waves

Shaun Smith is a playful water photographer who sees the bright side in the smallest things in life.
Like many surfers before him, Shaun started bringing a camera in the water to shoot his friends and document his own rides, as a way to relive the fun.
Growing up on the coast of California, Shaun started swimming age two, took to bodyboarding at seven and hasn’t stopped since.
"I love the feeling of getting barreled. There's really nothing else like it".

Starting at the Wedge and staring down barrels, Shaun found his style in the mini-waves movement, capturing in ripples the universal beauty of undulating water.
Shaun Smith is obsessed with listening to the call of the ocean, using the lens to record the mood of the sea, the dance of the waves in the wind, like the lonely but not lonely soul of the sea.


Textual description of firstImageUrl

Rilke: "Un’opera d’arte è buona se nasce da necessità!"

Lettera ad un Giovane Poeta / Letter to a Young Poet, 1903

"Le Lettere ad un giovane poeta" - dieci lettere scritte da Rainer Maria Rilke (Scrittore, poeta e drammaturgo austriaco di origine boema, 1875-1926) al giovane Franz Xaver Kappus (Scrittore e giornalista Austriaco, 1883-1966), sono un manifesto della creazione artistica.

Studente ventenne della Accademia militare di Wiener Neustadt, Franz Kappus si dilettava a scrivere poesie, e sognava di condurre una vita diversa - non dedita ai servizi militari.
Scoprendo che la stessa Accademia, anni prima, era stata frequentata dal noto poeta Rilke, inizia a leggerlo nelle pause tra le lezioni ed un giorno decide di scrivergli.

Caspar David Friedrich | Wanderer above the Sea of Fog, 1818

Textual description of firstImageUrl

Olga Wisinger-Florian | Impressionist painter

Olga Wisinger-Florian (1 November 1844, Vienna - 27 February 1926, Grafenegg) was an Austrian impressionist painter, mainly of landscapes and flower still lifes. She was a notable representative of Austrian Mood Impressionism.
She originally trained as a concert pianist with Julius Epstein.
Wisinger-Florian switched to painting in the mid-1870s. She was a student of painters Melchior Fritsch (1826-1889), August Schaeffer (de) (1833-1916) and Emil Jakob Schindler.
From 1881 she regularly showed paintings at the annual exhibitions mounted at the artist's house and later often showed at Vienna Secession exhibitions.


Textual description of firstImageUrl

Oskar Kokoschka | The bride of the wind / La sposa del vento, 1913-1914

"The Bride of the Wind" / "Die Windsbraut" or "The Tempest" is a 1913-1914 painting by Oskar Kokoschka. The oil on canvas work is housed in the Kunstmuseum Basel.
Kokoschka's best known work, it is an allegorical picture featuring a self-portrait by the artist, lying alongside his lover Alma Mahler (Viennese-born composer, 1879-1964).

In 1912 Alma met the young painter Oskar Kokoschka, who was known as the enfant terrible of the Viennese art scene.
He was violent and unbridled, and the press derided him as "the wildest beast of all".


Textual description of firstImageUrl

Oskar Kokoschka | Expressionist painter

Oskar Kokoschka, (born March 1, 1886, Pöchlarn, Austria-died February 22, 1980, Villeneuve, Switzerland), Austrian painter and writer who was one of the leading exponents of Expressionism.
In his early portraits, gesture intensifies the psychological penetration of character; especially powerful among his later works are allegories of the artist’s emphatic humanism.
His dramas, poems, and prose are significant for their psychological insight and stylistic daring.

Early life and works

When Kokoschka was three years old, his father went bankrupt in a financial crash. The family was forced to move to Vienna, where his father worked as a traveling salesman and his mother cared for the children on limited means.


Textual description of firstImageUrl

Eugene de Blaas | Pittore di genere

De Blaas, Eugenio - Nacque ad Albano (Roma) il 24 luglio 1843 dal pittore austriaco Carl von Blaas e da Agnese Auda, italiana.
Carl (Manders, Tirolo, 1815-Vienna 1894), che era stato chiamato in Italia nel 1832 dallo zio Francesco Purtscher di Eschenburg per frequentare l'accademia di Venezia, fu dal 1837 a Roma dove venne in contatto con il circolo dei Nazareni e ritornò a Vienna nel 1851; dall'estate 1856 fu a Venezia come professore presso l'accademia; ritornò definitivamente a Vienna nel 1866.
Un suo ritratto del figlio Eugenio a 5 anni è stato esposto a Vienna nel Belvedere superiore nel 1985.
Il de Blaas, dapprima allievo dei padre all'accademia di Venezia, si formò successivamente a Roma (nel 1862 vinse il pensionato; Marini, 1905, p. 249). Chiese e ottenne nel 1888 la cittadinanza italiana, stabilendosi a Venezia (Il Gazzettino, 12 febbr. 1931).