Visualizzazione post con etichetta Spanish Art. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Spanish Art. Mostra tutti i post
Textual description of firstImageUrl

Pedro Salinas | Che allegria vivere / What a joy to live

Che allegria, vivere
e sentirsi vissuto.

Arrendersi
alla grande certezza, oscuramente,
che un altro essere fuori di me,
molto lontano,
mi sta vivendo.


Textual description of firstImageUrl

Pedro Salinas | Non rifiutare i sogni / Don’t reject dreams / No rechaces los sueños

Non rifiutare i sogni in quanto sogni.
Tutti i sogni possono
esser realtà, se il sogno non finisce.

La realtà è un sogno. Se sogniamo
che la pietra è la pietra, quello è la pietra.

A correre nei fiumi non è un’acqua,
ma è un sognare, l’acqua, cristallino.


Textual description of firstImageUrl

Pedro Salinas | Ciò che tu sei.. / Lo que eres.. / What you are..

Ciò che tu sei
mi distrae da ciò che tu dici.

Lanci parole veloci
inghirlandate di risa,
e m’inviti ad andare
dove mi vorranno condurre.


Textual description of firstImageUrl

José Benlliure y Gil | Genre painter

From: Museo Carmen Thyssen Málaga
José Benlliure was born in Cañamelar, a seaside village in Valencia, on 30 September 1855.
The son of a modest painter and decorator and brother of the sculptor Mariano Benlliure, he studied from a very early age at the San Carlos School of Fine Arts in Valencia and at the private studio of Francisco Domingo Marqués.
In 1872 he applied to the Diputación (provincial council) of Valencia for a travel grant.
Although his application was unsuccessful, he was awarded a sum of money that enabled him to make a study trip to Paris, where he came into contact with the art dealer Goupil. On returning to Valencia, he devoted himself to painting works for the National Exhibitions.


Textual description of firstImageUrl

Paul Éluard / Pablo Picasso | Il volto della Pace / Le Visage de la Paix, 1951

"Il volto della Pace" - La poesia di Paul Éluard illustrata da Pablo Picasso

Conosco tutti i luoghi dove abita la colomba
e il più naturale è la testa dell’uomo.

L’amore della giustizia e della libertà
ha prodotto un frutto meraviglioso.

Un frutto che non marcisce
perché ha il sapore della felicità.

Pablo Picasso | Face of Peace, 1950 | Serigraph after a drawing of 1950

Textual description of firstImageUrl

La Grotta di Altamira | Patrimonio della Umanità

"Dopo Altamira, tutto è decadenza", esclamò Pablo Picasso, 1881-1973, incantato dinanzi allo spettacolo delle pitture rupestri nella grotta spagnola di Altamira.

Molti pittori sono stati influenzati dalle opere delle grotte di Altamira.

Le Grotte di Altamira sono delle caverne spagnole famose per le pitture rupestri del Paleolitico superiore raffiguranti mammiferi selvatici e mani umane. Si trovano nei pressi di Santillana del Mar in Cantabria, 30 chilometri ad ovest di Santander. Queste grotte sono state incluse tra i Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO nel 1985.
Nel 2008 il nome del patrimonio è stato modificato da "Grotte di Altamira" in "Arte rupestre paleolitica della Spagna settentrionale" in seguito all'aggiunta di 17 altre grotte.


Textual description of firstImageUrl

El Greco | Tecnica e stile

Uno dei principi fondamentali dello stile di El Greco è il primato dell'immaginazione e dell'intuizione sulla rappresentazione soggettiva della creazione.
El Greco rifiutò i principi classicisti come misura e proporzione. Credeva che la grazia fosse l'obiettivo principale dell'arte, ma il pittore ha raggiunto la grazia solo se riesce a risolvere le problematiche più complesse con facilità e disinvoltura.
El Greco pensava che il colore fosse l'elemento più importante e allo stesso tempo meno governabile di un dipinto, e dichiarò che il colore aveva la supremazia rispetto all'immagine.
Francisco Pacheco del Río, un pittore che fece visita ad El Greco nel 1611, scrisse che all'artista piacevano «grandi macchie di colori puri e non mescolati, come fossero immodesti segni della sua abilità».


Textual description of firstImageUrl

Pedro Salinas | Non ho bisogno di tempo / I don't need time..

Non ho bisogno di tempo
per sapere come sei:
conoscersi è luce improvvisa.
Chi ti potrà conoscere
là dove taci, o nelle
parole con cui tu taci?

Chi ti cerca nella vita
che stai vivendo, non sa
di te che allusioni,
pretesti in cui ti nascondi.

Ron Hicks | Stolen Kiss, 1965