11/03/16 Aggiornato il:

Zorba's Dance /La Danza di Zorba, 1964





Zorba's Dance is a song by Greek composer Mikis Theodorakis. It is based on two traditional Cretan songs, "Armenohorianos Syrtos" and "Kritiko syrtaki", composed by Giorgis Koutsourelis. The song featured in the 1964 film Zorba the Greek /Ζορμπάς ο Έλληνας, for which Theodorakis wrote the soundtrack, and became popular around the world. It is now commonly played and danced to in Greek tavernas. The track has been recorded by many different musicians from around the world. Some of the more notable are listed below.





Herb Alpert and the Tijuana Brass recorded a version of the song (as "Zorba the Greek") for their 1965 album Going Places. Issued as the B-side of the group's "Tijuana Taxi" single, the song reached number 11 on the Billboard Hot 100 chart.
The tune reached number 6 in the UK Singles Chart in August 1965, performed by Marcello Minerbi (Durium Records DRS 54001).
Alto saxophonist Phil Woods recorded the tune on his album Greek Cooking.
The song was featured, among others, in the film Lock, Stock and Two Smoking Barrels, and in the "Subdivision" episode of Prison Break, where Charles "Haywire" Patoshik raided a fast food joint and gorged himself on soda and ice cream.
The song is particularly infamous in Peru for its association with Sendero Luminoso. In the early 1990s, a video of Sendero Luminoso's leadership dancing to the song was given to the media, showing that the organization's heads were hiding in Lima itself.
The British dance act LCD covered the song in 1998. Their version peaked at number 20 in the UK chart that year, and at number 22 when re-issued in October 1999.
Violinist David Garrett covered the song on his eponymous album in 2009.
The German Dance act Scooter used the song as the basis of their third single "Can't Stop the Hardcore" featured on their 2014 Album The Fifth Chapter.



Bouzouki /Μπουζούκι

Sirtaki or syrtaki /συρτάκι is a popular dance of Greek origin, choreographed by Giorgos Provias for the 1964 film Zorba the Greek. It is a recent Greek folkdance, and a mixture of the slow and fast versions of the hasapiko dance. The dance and the accompanying music by Míkis Theodorakis are also called Zorbá's dance, Zorbas, or "the dance of Zorba".
The name sirtáki comes from the Greek word syrtos - from σύρω (τον χορό), which means "drag (the dance)" - a common name for a group of traditional Cretan dances of so-called "dragging" style, as opposed to pidikhtos (πηδηχτός), a hopping or leaping style. Despite that, sirtaki incorporates both syrtos (in its slower part) and pidikhtós (in its faster part) elements.
  • Choreography
Sirtaki is danced in a line or circle formation with hands held on neighbours' shoulders. Line formation is more traditional. A similar choreography was featured in Just Dance 2015.
Meter is 4/4, tempo increasing, and often the signature is changed to 2/4 in the fastest part. Accordingly, the dance begins with slower, smoother actions, gradually transforming into faster, vivid ones, often including hops and leaps. The choreographer of the original dance was Giorgos Provias.
  • Guinness World Records
On September 16, 2007, the world's longest chain of sirtaki dancers danced to the music of "Zorba the Greek" in Cyprus. The chain had a total of 268 members of eight groups dancing in step to "Zorbas". Ayia Napa Town Mayor Antonis Tsokkos said the aim of the event was to send the message that the village was interested in Greek culture and to promote the tourist resort abroad. Head of the cultural services of the Municipality Maria Tofini said that, according to Guinness World Records, the dancers had to perform in synchronized step for the attempt to qualify. The event drew the attention of tourists and locals, many of whom danced to "Zorbas" on the beach and in the sea.
On August 31, 2012, the Sirtaki Dance Guinness World Record was broken by 5,614 people dancing sirtaki for five minutes by the sea, starting from the port of the city of Volos in Greece. The Association for Social Impact and Culture to the Municipality of Magnisia organized the event on the main beach of the town of Volos under the light of the second full moon of the month. Some 5,614 people, aged from 14 to 89, danced to the music of Mikis Theodorakis' Zorba the Greek, filling the town square and making it into the Guinness World Records. Enthusiasts from Volos, Larisa, Athens, Thessaloniki, Trikala, and the Greek islands joined the regional union of blind people, the national synchronized swimming team and many ordinary citizens. The idea came from a Volos resident, Alexia Halvatzakou, who suggested it to the municipal services as an alternative way to promote the area. The President of the Association for Social Impact and Culture, Costas Halevas, liked the idea and set about organizing the event.







I sirtaki (συρτάκι) non è una autentica danza tradizionale, bensì fu creata nel 1964 per il film Zorba il greco, sommando due versioni, una normale e un'altra più lenta, della danza greca hasapiko (in greco χασάπικος). Questo ballo, e la musica stessa di Mikis Theodorakis, vengono anche chiamate danza di Zorba.
Il singolo raggiunge la prima posizione in classifica per quattro settimane nel 1965 in Italia ed in Austria, la quarta in Norvegia, la sesta in Olanda e la settima in Germania.
Caratteristica principale della danza e della musica è il fatto che il ritmo va accelerando.
Il nome deriva dalla parola greca syrtos, tradizionale nome di una danza popolare con azioni di mescolamento dei partecipanti, in opposizione a pidiktos, stile di danza saltellante. Questo anche se il sirtaki contiene sia il syrtos, nelle parti più lente, che il pidiktos, negli elementi più rapidi. Nonostante la sua nascita recente, oggigiorno il sirtaki è una delle attrazioni culturali della Grecia, e dei ristoranti in stile greco di tutto il mondo. Sicuramente derivato da musiche già precedentemente esistite, perché ne è esempio la Ciuleandra rumena simile nel ritmo e nei passi.
  • Coreografia e metrica
Il sirtaki si balla in formazione lineare o a cerchio con le mani sulle spalle del vicino. La formazione in linea è ritenuta più tradizionale. Il metro è di 4/4, con andamento crescente, e spesso la battuta viene modificata in 2/4 nelle parti più veloci. Conseguentemente, la danza inizia con movimenti più lenti e armoniosi, con passi che non si distaccano molto dal suolo ma che si trasformano gradualmente in azioni più veloci, spesso anche salti e balzi.




Zorba il greco /Zorba the Greek o anche Alexis Zorbas è un film del 1964, diretto da Michael Cacoyannis e basato sull'omonimo romanzo di Nikos Kazantzakis. La parte del protagonista fu recitata da Anthony Quinn, che si produsse in una delle sue migliori (e più famose) interpretazioni, nelle vesti di un personaggio ottimista che sa sempre come superare le difficoltà del momento. Nella colonna sonora, composta da Mikis Theodorakis, è presente il componimento sirtaki, la Danza di Zorba, che in seguito alla fama riscossa in Grecia è divenuto una danza popolare.
Il film fu girato nell'isola greca di Creta. In particolare, la scena in cui Anthony Quinn balla il Sirtaki è stata girata sulla spiaggia di Stavros.
  • Trama
Basil è uno scrittore inglese di origini greche che ha ereditato una miniera da molto tempo in disuso, sull'isola di Creta. Durante il viaggio per raggiungerla conosce Alexis Zorba, un greco di mezza età, pieno di vitalità e innamorato della vita, anche se incostante negli affetti e nelle azioni. Man mano che gli si svela il carattere di Zorba, Basil ne resta affascinato, e tramite lui scopre le gioie della vita, con esiti tragici: la vedova di cui si innamora morirà uccisa dal padre del ragazzo da lei rifiutato, suicidatosi dopo aver visto Basil entrare di notte nella casa di lei. Sorte simile toccherà a Hortensia, che Zorba nel frattempo ha sposato mediante un matrimonio non reale.
Anche il progetto di Zorba per il recupero della miniera di Basil naufragherà miseramente, anche perché lui stesso, inviato in città per procurare, con i fondi di Basil, del materiale per costruire una teleferica, si dà alla bella vita e torna con vari regali ma senza materiale. Tutto ciò, però, non scalfirà che superficialmente la determinazione di Zorba nell'affrontare la vita con passione e ottimismo. Nella scena finale, Basil gli annuncia la sua imminente partenza e la promessa di ritrovarsi un giorno, ma Zorba, senza illusioni, dice che non lo rivedrà più, e che il tentativo di recuperare la miniera è stato "un disastro, ma bellissimo". Infine Basil gli chiede di insegnargli il sirtaki, che più volte aveva provato a ballare da solo, senza esito.

Riconoscimenti
1965 - Premio Oscar
  • Miglior attrice non protagonista a Lila Kedrova.
  • Migliore scenografia a Vassilis Photopoulos.
  • Migliore fotografia a Walter Lassally.
  • Nomination Miglior film a Mihalis Kakogiannis.
  • Nomination Migliore regia a Mihalis Kakogiannis.
  • Nomination Miglior attore protagonista a Anthony Quinn.
  • Nomination Migliore sceneggiatura non originale a Mihalis Kakogiannis.
1965 - Golden Globe
  • Nomination Miglior film drammatico.
  • Nomination Migliore regia a Mihalis Kakogiannis.
  • Nomination Miglior attore in un film drammatico a Anthony Quinn.
  • Nomination Miglior attrice non protagonista a Lila Kedrova.
  • Nomination Miglior colonna sonora a Mikis Theodorakis.
1966 - Premio BAFTA
  • Nomination Miglior film a Mikis Theodorakis.
  • Nomination Miglior attore internazionale a Anthony Quinn.
  • Nomination Migliore attrice internazionale a Lila Kedrova.
  • Nomination BAFTA Speciale a Mikis Theodorakis.
1964 - National Board of Review Award
  • Migliori dieci film.
  • Miglior attore protagonista a Anthony Quinn.
1966 - Grammy Award
  • Nomination Miglior colonna sonora a Mikis Theodorakis
1965 - Laurel Award
  • Nomination Miglior attrice non protagonista a Lila Kedrova
2005 - Satellite Award
  • Nomination Miglior DVD