Visualizzazione post con etichetta 20th century Art. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta 20th century Art. Mostra tutti i post
Textual description of firstImageUrl

Wassily Kandinsky | IV - La Piramide

Lo spirituale nell'arte, 1910

Così, lentamente molte arti si avviano a dire quello che hanno da dire, con i loro mezzi specifici.
E nonostante questa separazione, o grazie ad essa, le arti non sono state mai tanto unite come in quest'ultima fase della svolta spirituale.
In tutte si avverte la tendenza all'antinaturalismo, all'astrazione e all'interiorità. Consciamente o inconsciamente ubbidiscono al detto di Socrate: "Conosci te stesso!". Consciamente o inconsciamente, gli artisti si occupano sempre più del loro materiale, lo saggiano, pesano sulla bilancia spirituale il valore interiore degli elementi creativi.

Wassily Kandinsky | Unstable Compensation, 1930

Textual description of firstImageUrl

Jane DeDecker, 1961 | Figurative sculptor

Jane DeDecker has been sculpting the human figure for over thirty-five years. She seeks to capture moments that reveal truths about the human condition, that, when stripped down to their essence, are understood intrinsically.
As a figurative sculptor, she communicates emotional experience through lyrical compositions that move the viewer.
DeDecker’s sculptures stop life in mid-sentence - somewhere between inhaling and exhaling - and gives it form. She tells a story through the simple moments that imprint our lives and define us.


Textual description of firstImageUrl

Manuel de Gracia (1937-2017)

Spanish painter Manuel de Gracia was born in Mora de Toledo. He started in Madrid practicing in the Círculo de Bellas Artes workshops and he held his first solo exhibition in 1963 in the Sala Toisón, together with Manuel Cano and José Suárez.
Later he exhibited individually at the Eureka gallery and after that he showed this work in Valladolid and Santander.


Textual description of firstImageUrl

Wassily Kandinsky | III - The Spiritual revolution, 1910

Concerning the Spiritual in Art, 1910

The spiritual triangle moves slowly onwards and upwards. Today one of the largest of the lower segments has reached the point of using the first battle cry of the materialist creed. The dwellers in this segment group themselves round various banners in religion. They call themselves Jews, Catholics, Protestants, etc. But they are really atheists, and this a few either of the boldest or the narrowest openly avow. "Heaven is empty", "God is dead".

In politics these people are democrats and republicans. The fear, horror and hatred which yesterday they felt for these political creeds they now direct against anarchism, of which they know nothing but its much dreaded name.


Textual description of firstImageUrl

Wassily Kandinsky | III. La svolta spirituale

Lo spirituale nell'arte, 1910

Il triangolo procede lentamente verso l'alto. Oggi una delle più ampie sezioni inferiori ha raggiunto il livello dei primi postulati del "dogma" materialistico. Da un punto di vista religioso i suoi abitanti hanno vari nomi. Si chiamano Ebrei, Cattolici, Protestanti, ecc. In realtà sono atei, come i più audaci (o i più limitati) di loro riconoscono apertamente.
Il "cielo" è vuoto.
"Dio è morto".
Politicamente sono democratici o repubblicani. La paura, il disprezzo e l'odio che un tempo nutrivano per queste tendenze politiche li hanno riversati oggi sull'anarchia, di cui conoscono solo il terribile nome. In economia sono socialisti. Affilano la spada della giustizia per vibrare il colpo mortale all'idra capitalista e tagliare la testa al male.

Wassily Kandinsky | Amsterdam view from the window

Textual description of firstImageUrl

Wassily Kandinsky | II - Del movimento, 1910

Lo spirituale nell'arte, 1910

Un grande triangolo acuto diviso in sezioni disuguali, che si restringono verso l'alto, rappresenta in modo schematico, ma preciso, la vita spirituale. In basso, le sezioni del triangolo diventano sempre più grandi ed estese.

Il triangolo si muove lentamente, quasi impercettibilmente, verso l'alto e dove "oggi" c'è il vertice, "domani" ci sarà la prima sezione; quello cioè che oggi è comprensibile solo al vertice, e per il resto del triangolo è ancora un oscuro vaniloquio, domani diventerà la vita, densa di emozioni e di significati, della seconda sezione.
Al vertice sta qualche volta solo un uomo. Il suo sguardo è sereno come la sua immensa tristezza. E quelli che gli sono più vicini non lo capiscono. Irritati, lo definiscono un truffatore o un pazzo. Così disprezzarono Beethoven, che visse da solo, al vertice.

Wassily Kandinsky | Various actions

Textual description of firstImageUrl

Emilio Grau Sala (1911-1975) | Colorist painter

Emilio (Emi) Grau Sala was a Catalan painter. He studied at the Escuela de Bellas Artes de Barcelona.
He was a famous colorist (oil painting, watercolor and pastel) and illustrator.
Having made his debut at the Salon des Humoristes in Paris when extremely young, he had his first one-man show in Barcelona at the age of 18, and went on to have shows of his work throughout the world - Paris, Madrid, London, Buenos Aires, New York.


Textual description of firstImageUrl

Wassily Kandinsky | I - Dell'Estetica, 1910

Lo spirituale nell'arte, 1910
I. Introduzione

Ogni opera d’arte è figlia del suo tempo, e spesso è madre dei nostri sentimenti.
Analogamente, ogni periodo culturale esprime una sua arte, che non si ripeterà mai più.
Lo sforzo di ridar vita a princìpi estetici del passato può creare al massimo delle opere d'arte che sembrano bambini nati morti. Noi non possiamo, ad esempio, avere la sensibilità e la vita interiore degli antichi Greci.
E se in scultura tentassimo di adottare i loro princìpi non faremmo che produrre forme simili alle loro, ma prive di anima.
Come le imitazioni delle scimmie. Esteriormente i movimenti delle scimmie sono perfettamente uguali a quelli dell'uomo.

Wassily Kandinsky | Oval n°2, 1925