Pubblicato il 18/02/17 Aggiornato il

La Mano del Desierto / The Hand of the Desert, 1992






The "Mano de Desierto", or "Hand of the Desert", or "Mano del Desierto" is a large-scale sculpture of a hand located in the Atacama Desert in Chile, 75 km to the south of the city of Antofagasta, on the Panamerican Highway. The nearest point of reference is the "Ciudad Empresarial La Negra", La Negra Business City.
The sculpture was constructed by the Chilean sculptor Mario Irarrázabal* at an altitude of 1,100 meters above sea level. Irarrázabal used the human figure to express emotions like injustice loneliness, sorrow and torture. Its exaggerated size of is said to emphasize human vulnerability and helplessness. The work has a base of iron and cement, and stands 11 metres (36 ft) tall. Funded by Corporación Pro Antofagasta, a local booster organization, the sculpture was inaugurated on March 28, 1992.














La Mano del Desierto, è una scultura di grandi dimensioni che rappresenta una mano che affiora dalle sabbie del deserto, come se qualcuno cercasse di emergere dalle profondità, una disperata richiesta d'aiuto inascoltata, in mezzo ad uno dei luoghi più aridi del mondo.
La gigantesca scultura di 11 metri di altezza è situata nel deserto di Atacamain in Cile.
L'opera che lo scultore Cileno Mario Irarrázabal* ha realizzato nel 1992, in onore delle vittime di ingiustizie e torture durante il regime militare in Cile, rappresenta l'esacerbazione della debolezza e della vulnerabilità dell'uomo di fronte alla sofferenza, alla solitudine ed alle ingiustizie.




Archivio