Pubblicato il 14/07/12 ed aggiornato il

Textual description of firstImageUrl

Il Verismo, la pittura degli umili



Il Verismo, rappresenta la corrente letteraria italiana dell’ultimo Ottocento e del primo Novecento caratterizzata, nella tematica, dalla rigorosa rispondenza alla realtà effettiva delle situazioni e dei fatti, degli ambienti e dei personaggi, privilegiando gli ambienti regionali e gli strati piccolo-borghesi, nello stile e nel linguaggio dall’aderenza al sentire e al parlare dei soggetti rappresentati e del loro ambiente: i rapporti tra il v. e il naturalismo francese, tra v. e realismo.
Il Verismo e la pittura degli umili | Il Movimento dell'800 italiano
Filippo Palizzi 1818-1899 - Italian Figurative Realist painter
Tra i maggiori rappresentanti, nella narrativa, Giovanni Carmelo Verga 1840-1922, L. Capuana, F. De Roberto, G. Deledda, R. Fucini, e nella poesia V. Betteloni e S. Di Giacomo. Il termine verismo si è esteso anche alla corrente pittorica italiana delle arti figurative dello stesso periodo, caratterizzata da una tematica e da una tecnica stilistica analoga, i cui maggiori esponenti sono stati, oltre i macchiaioli, Giacinto Gigante 1806-1876, Giovanni Fattori 1825-1908 ed i pittori della scuola di Posillipo, G. Vela, Teofilo Patini 1840-1906, Francesco Paolo Michetti 1851-1929.
Il Verismo e la pittura degli umili | Il Movimento pittorico dell'800 italiano
Federico Zandomeneghi 1841-1917
Il Verismo e la pittura degli umili | Il Movimento pittorico dell'800 italiano
Francesco Paolo Michetti 1851-1929
Il Verismo e la pittura degli umili | Il Movimento pittorico dell'800 italiano
Francesco Paolo Michetti 1851-1929
Il Verismo e la pittura degli umili | Il Movimento pittorico dell'800 italiano
Francesco Paolo Michetti 1851-1929
Il Verismo e la pittura degli umili | Il Movimento pittorico dell'800 italiano
Francesco Paolo Michetti 1851-1929
Il Verismo e la pittura degli umili | Il Movimento pittorico dell'800 italiano
Il Verismo e la pittura degli umili | Il Movimento pittorico dell'800 italiano
Il Verismo e la pittura degli umili | Il Movimento pittorico dell'800 italiano
Il Verismo e la pittura degli umili | Il Movimento pittorico dell'800 italiano
Il Verismo pittorico é il Movimento dell'Ottocento italiano, che si sviluppò attraverso lo studio della realtà e l'osservazione analitica del vero, l'applicazione di colori conformi alla natura e la rappresentazione di soggetti identificabili e appartenenti al quotidiano. Furono molti e sparsi in tutta Italia i pittori che tentarono di seguire questi canoni, ma il movimento verista iniziò a esprimersi con maggior coerenza soltanto in seguito all'Esposizione universale di Parigi del 1855, quando si affermarono i grandi protagonisti del realismo tra cui Gustave Courbet. La notizia fece scalpore al caffè Michelangelo di Firenze e si diffuse insieme alla novità della fotografia e all'apertura della ditta Alinari.
Divenuta capitale d'Italia, Firenze radunò artisti provenienti da ogni regione e il verismo assunse un più preciso carattere nazionale. In principio i contenuti erano paesaggi o interni con figure: di questo periodo sono:
Stagno d'acqua limpida di Filippo Palizzi - Galleria nazionale d'arte moderna, Roma;
Paesaggio di Giuseppe De Nittis - 1886, Museo di Capodimonte, Napoli;

Giuseppe De Nittis 1846-1884
Giuseppe De Nittis 1846-1884
Il Verismo e la pittura degli umili | Il Movimento pittorico dell'800 italiano
Giacinto Gigante 1806-1876
Il Verismo e la pittura degli umili | Il Movimento pittorico dell'800 italiano
Giacinto Gigante 1806-1876
Il Verismo e la pittura degli umili | Il Movimento pittorico dell'800 italiano
Teofilo Patini 1840-1906

Zia Erminia di Adriano Cecioni - Galleria e museo medievale e moderno, donazione Salmi, Arezzo.
Talvolta, con Luigi Nono o Giacomo Favretto, ci si limitò a una pittura di genere, anche se per rendere lo spettatore partecipe dei suoi contenuti. I quadri veristi contengono sempre alcuni elementi drammatici: ad esempio
L'ora di riposo durante i lavori dell'Esposizione del 1881 - Galleria d'Arte Moderna, Milano. In particolare a questo aspetto diedero risalto i rappresentanti di quello che fu detto verismo sociale: Federico Zandomeneghi 1841-1917, Teofilo Patini, Attilio Pusterla - Le cucine economiche di Porta Nuova, 1885, Galleria d'arte moderna, Milano; Francesco Paolo Michetti - Voto, 1883, Galleria nazionale d'arte moderna, Roma; Storpi, 1900, municipio di Francavilla al Mare.

Il Verismo e la pittura degli umili | Il Movimento pittorico dell'800 italiano


2 commenti:

  1. Je vous remercie de tout mon coeur.
    Je ne trouve pas les mots justes pour exprimer mon bonheur a regarder et contempler ces magnifiques peintures.
    Merci infiniment Tutt' Art,
    Cordialement,
    Iris Gross

    RispondiElimina
  2. Salve,
    mi complimento per il suo sito.
    Vorrei segnalarle un grande pittore italiano conosciuto più all'estero che in Italia:
    http://www.raffaelegrazianoartistapittore.it
    nel visitare il sito web si consiglia l'uso di in computer con oltre 4GB di ram
    ed un browser moderno per poter "sfogliare in prospettiva" le pagine di alcuni suoi dipinti sia in alta qualità, con immagini aventi uno spazio colore, che in bassa qualità dove non è stato possibile digitalizzarli dagli originali.

    Donato Pace
    Salerno.

    RispondiElimina

Info sulla Privacy

Fai una donazione con con Paypal