30/10/15 Aggiornato il:

Sir John Lavery | The Glasgow School of Art





One of Ireland’s leading society portraits painters of the last century, Belfast-born John Lavery (1856-1941) was orphaned as a child and sent to school in Scotland, later attending the Glasgow School of Art. Following a commission to paint Queen Victoria’s visit to the Glasgow International Exhibition in 1888, he then moved to London as a highly successful society painter. Following the beginnings of the War of Independence, he and his wife became close friends of the Irish delegates to the Treaty talks in London, entertaining Michael Collins and his co-signatories during 1921.







Lavery is a much sought after artist in the Irish art market to this day, with his portraits of Edwardian society including commissions by Edward Carson and Winston Churchill. Most memorably, his wife Hazel modelled for him and provided the iconic image of ‘Kathleen Ni Houlihan’ later reproduced on Irish banknotes for most of the last century. | © National Gallery of Ireland, Merrion Square West, Dublin 2, Ireland



































































































Savery, sir John - Pittore, nato a Belfast in Irlanda nel marzo del 1856. Studiò prima alla Haldane Academy of Art a Glasgow e poi a Londra nella Heatherley School of Art.
Dal 1881 fu a Parigi studiando sotto Robert-Fleury, Bouguereau e nell'Accademia di Julien. Come pittore paesista egli ha anche subito l'influenza di Bastien-Lepage.
È stato membro della Glasgow Brotherhood e ha partecipato alle esposizioni di questa società a Londra e altrove, avendo esordito nella mostra della Royal Academy nel 1886. Nel 1890 ricevette dalla Glasgow Corporation l'incarico di un grande quadro che doveva commemorare la solenne visita fatta dalla regina Vittoria alla esposizione di Glasgow nel 1888.
In questo periodo egli passò molti inverni a Tangeri, subendo l'influsso dell'arte spagnola. Negli anni 1897-1898 fu uno dei fondatori della Società internazionale di scultori, pittori e incisori, della quale fu vicepresidente fino al 1908.
La tecnica brillante e decisa e lo stile audace del Lavery hanno fatto di lui uno dei ritrattisti più popolari e alla moda. Ma egli ha acquistato larga rinomanza anche per la sua intima conoscenza dei cavalli e delle corse, che formano il soggetto di alcuni dei suoi più fortunati lavori, come pure per i suoi paesaggi. | © di Arthur Popham, Treccani, Enciclopedia Italiana


Sir John Lavery - Anna Pavlova as a Bacchante / The Red Scarf, 1911
Sir John Lavery - Anna Pavlova as a Bacchante / The Red Scarf, 1911

Sir John Lavery - Anna Pavlova as a Bacchante / The Red Scarf, 1911