05/03/13 Aggiornato il:

Petrus Christus ~ Scuola dei Primitivi Fiamminghi




Petrus Christus, 1410 circa-1475 circa, è stato un pittore Fiammingo. Appartenne alla cosiddetta "seconda generazione" del periodo dei Primitivi Fiamminghi, dopo la prima dei fondatori Jan van Eyck, Rogier van der Weyden e Robert Campin.
- Il periodo dei Primitivi Fiamminghi è quella fase della pittura nelle Fiandre legata alla nascita della sua straordinaria scuola, la più importante, con quella italiana, nel panorama delle arti figurative europee del Quattrocento. Questa scuola normalmente dipingeva quadri a tematica religiosa e intensi ritratti. Utilizzando la tecnica dell'olio, otteneva uno stile minuto, eccelso nella riproduzione di oggetti, nello spiccato naturalismo e nella resa del paesaggio in profondità spaziale.

Lo stile del Christus prese le mosse dal realismo minuto di Van Eyck, concentrandosi poi soprattutto sulla resa dello spazio, fino ad adottare una costruzione prospettica razionale con un unico punto di fuga, primo fra i pittori nordici. Forse seguì l'esempio di pittori italiani, tra i quali si ipotizza una conoscenza diretta con Antonello da Messina. Dopo la metà del secolo, sull'esempio di Van Der Weyden, le sue opere assumono un tono monumentale, ma importante resta anche la produzione di ritratti, che spiccano per l'intimo realismo e la resa psicologica.