Textual description of firstImageUrl

Il cimitero monumentale di Staglieno


Silenzio, in questo luogo si dorme...
Si può definire così il cimitero monumentale di Staglieno, una vera e propria metropoli dei defunti, il più grande e importante cimitero monumentale d’Europa, ma anche un vero e proprio museo a cielo aperto, una grandiosa galleria di arte scultorea che da sempre ha appassionato fotografi e turisti da tutto il mondo.

La progettazione del cimitero genovese risale al 1835 ancora sulla scia del clima creato dall'editto del governo napoleonico firmato a Saint-Cloud ed entrato in vigore il 2 giugno 1804, con il quale si vietavano le sepolture nelle chiese e nei centri abitati.
Molte le tombe di personaggi illustri quali Giuseppe Mazzini, l’attore Gilberto Govi, il cantautore Fabrizio de André, la moglie di Oscar Wilde, Nino Bixio, l’autore della musica dell’Inno di Mameli Novaro, ma di notevole pregio anche le numerose sculture che adornano le tombe di importanti famiglie genovesi dell’alta borghesia dell’epoca. Le sculture offrono anche interessanti indicazioni per quanto riguarda la moda dell’epoca, ogni cosa è riprodotta con un realismo e una fede nei particolari minuziosissima, dai fini merletti dei colletti delle camice alle fibbie delle scarpe.







Aiutaci a crescere con una donazione con con Paypal