Textual description of firstImageUrl

William Merritt Chase



William Merritt Chase (1849-1916) è stato un pittore statunitense, noto per il suo impegno a favore dell'Impressionismo e per le sue doti di insegnante.

Formatosi in America, conclude l’istruzione a Monaco di Baviera, ma schiarisce poi i colori a Venezia. Rimpatria ed inizia ad insegnare istituendo una scuola a New York e la Summer School a Shinnecock, Long Island, fondata sulla pittura En plein air (1891-1902).
In Europa organizza corsi estivi d’istruzione: tre a Firenze, dove acquista Villa Silli.
Con Sargent 1856-1925 è una delle punte dell’Impressionismo americano.
Gli furono conferite onorificenze e divenne membro della National Academy of Design di New York.
Diresse anche per dieci anni la Società degli Artisti Americani, ma poi fu accolto nel gruppo dei dissidenti, i Ten American Painters per prendere il posto di John Henry Twachtman, deceduto nel 1902.



Artista cosmopolita, nel corso degli anni Ottanta dell'Ottocento affianca a frequenti viaggi oltreoceano un'intensa attività espositiva in America ed Europa, divenendo una figura di riferimento per giovani pittori statunitensi - tra cui, Georgia O'Keeffe, Joseph Stella ed Edward Hopper - anche grazie al suo ruolo di insegnante e mentore svolto prima presso l'Art Students League e la Brooklyn Art School, in seguito alla Chase Art School che nel 1898 verrà rinominata New York School of Art.
Al ruolo istituzionale all'interno delle accademie, nelle estati tra 1903-1913 Chase affianca quello di maestro e guida, accompagnando i suoi studenti in soggiorni studio nei maggiori centri europei.
Considerato già dai contemporanei uno dei massimi interpreti della pittura americana, Chase espone alle principali rassegne statunitensi ed europee, tra cui la Biennale di Venezia nel 1901 e l'Esposizione Internazionale di Roma nel 1911.
Tornato per l'ultima volta nella città lagunare con gli allievi nell'estate del 1913, muore nel 1916 nella sua casa di Stuyvesant Square, all'età di 67 anni.