Pubblicato il 26/04/18 ed aggiornato il

Textual description of firstImageUrl

Maya Angelou | Quotes / Aforismi



Roberto-Kusterle-Gorizia-1948-Fotografo-italiano
Roberto Kusterle (Gorizia, 1948) Fotografo italiano
  • Try to be a rainbow in someone’s cloud.
  • Success is loving life and daring to live it.
  • There is no failure as long as you learn from your experience, continue to work, and continue to press on for success.
  • Success is liking yourself, liking what you do, and liking how you do it.
  • When you learn, teach, when you get, give.
  • If you are always trying to be normal, you will never know how amazing you can be.
Roberto-Kusterle-Gorizia-1948-Fotografo-italiano
Roberto Kusterle (Gorizia, 1948) Fotografo italiano
Roberto-Kusterle-Gorizia-1948-Fotografo-italiano
Roberto Kusterle (Gorizia, 1948) Fotografo italiano
  • Courage is the most important of all the virtues because without courage, you can’t practice any other virtue consistently.
  • Stand up straight and realize who you are, that you tower over your circumstances. You are a child of God. Stand up straight.
  • No matter what happens, or how bad it seems today, life does go on, and it will be better tomorrow.
  • Never make someone a priority when all you are to them is an option.
  • ‎The desire to reach the stars is ambitious. The desire to reach hearts is wise and most possible.
  • There is no greater agony than bearing an untold story inside you.
  • We are only as blind as we want to be.


  • Ho imparato che ogni giorno dovresti spingerti a toccare qualcuno. La gente ama una carezza affettuosa, o soltanto un amichevole pacca sulla schiena.
  • Se qualcosa non ti piace, cambiala. Se non puoi cambiarla, cambia il tuo atteggiamento. Non lamentarti.
  • Se hai solo un sorriso dentro di te, dallo alle persone che ami. Non essere sgarbato a casa, per poi uscire in strada e iniziare a sorridere a dei completi sconosciuti dicendo loro 'Buon Giorno'.
  • Lei iniziò con la prima di quelle che più tardi definimmo 'le mie lezioni di vita'. Mi disse che dovrò sempre essere intollerante verso l'ignoranza ma comprensiva verso l'analfabetismo.
  • Ho imparato che ho ancora un sacco di cose da imparare.
  • Uno non deve necessariamente nascere coraggioso, ma si nasce con un potenziale. Senza coraggio non possiamo praticare con coerenza nessun altra virtù. Non possiamo essere gentili, sinceri, pietosi, generosi od onesti.
Roberto-Kusterle-Gorizia-1948-Fotografo-italiano
Roberto Kusterle (Gorizia, 1948) Fotografo italiano
Roberto-Kusterle-Gorizia-1948-Fotografo-italiano
Roberto Kusterle (Gorizia, 1948) Fotografo italiano
Roberto-Kusterle-Gorizia-1948-Fotografo-italiano
Roberto Kusterle (Gorizia, 1948) Fotografo italiano


Maya Angelou⏭, original name Marguerite Annie Johnson, (born April 4, 1928, St. Louis, Missouri, U.S.- died May 28, 2014, Winston-Salem, North Carolina), American poet, memoirist, and actress whose several volumes of autobiography explore the themes of economic, racial, and sexual oppression.


Although born in St. Louis, Angelou spent much of her childhood in the care of her paternal grandmother in rural Stamps, Arkansas. When she was not yet eight years old, she was raped by her mother’s boyfriend and told of it, after which he was murdered; the traumatic sequence of events left her almost completely mute for several years.
This early life is the focus of her first autobiographical work, I Know Why the Caged Bird Sings (1969; TV movie 1979), which gained critical acclaim and a National Book Award nomination. Subsequent volumes of autobiography include Gather Together in My Name (1974), Singin’ and Swingin’ and Gettin’ Merry Like Christmas (1976), The Heart of a Woman (1981), All God’s Children Need Traveling Shoes (1986), A Song Flung Up to Heaven (2002), and Mom and Me and Mom (2013).


In 1940 Angelou moved with her mother to San Francisco and worked intermittently as a cocktail waitress, a prostitute and madam, a cook, and a dancer. It was as a dancer that she assumed her professional name. Moving to New York City in the late 1950s, Angelou found encouragement for her literary talents at the Harlem Writers’ Guild. About the same time, Angelou landed a featured role in a State Department-sponsored production of George Gershwin’s folk opera Porgy and Bess; with this troupe she toured 22 countries in Europe and Africa.
She also studied dance with Martha Graham and Pearl Primus. In 1961 she performed in Jean Genet’s play The Blacks. That same year she was persuaded by a South African dissident to whom she was briefly married to move to Cairo, where she worked for the Arab Observer. She later moved to Ghana and worked on The African Review.


Angelou returned to California in 1966 and wrote Black, Blues, Black (aired 1968), a 10-part television series about the role of African culture in American life. As the writer of the movie drama Georgia, Georgia (1972), she became one of the first African American women to have a screenplay produced as a feature film.
She also acted in such movies as Poetic Justice (1993) and How to Make an American Quilt (1995) and appeared in several television productions, including the miniseries Roots (1977). Angelou received a Tony Award nomination for her performance in Look Away (1973), despite the fact that the play closed on Broadway after only one performance. In 1998 she made her directorial debut with Down in the Delta (1998). The documentary Maya Angelou and Still I Rise (2016) depicts her life through interviews with Angelou and her intimates and admirers.
Angelou’s poetry, collected in such volumes as Just Give Me a Cool Drink of Water ’fore I Diiie (1971), And Still I Rise (1978), Now Sheba Sings the Song (1987), and I Shall Not Be Moved (1990), drew heavily on her personal history but employed the points of view of various personae.
She also wrote a book of meditations, Wouldn’t Take Nothing for My Journey Now (1993), and children’s books that include My Painted House, My Friendly Chicken and Me (1994), Life Doesn’t Frighten Me (1998), and the Maya’s World series, which was published in 2004-05 and featured stories of children from various parts of the world.
Angelou dispensed anecdote-laden advice to women in Letter to My Daughter (2008); her only biological child was male.

In 1981 Angelou, who was often referred to as “Dr. Angelou” despite her lack of a college education, became a professor of American studies at Wake Forest University, Winston-Salem, North Carolina.
Among numerous honours was her invitation to compose and deliver a poem, “On the Pulse of Morning”, for the inauguration of U.S. Pres. Bill Clinton in 1993.
She celebrated the 50th anniversary of the United Nations in the poem “A Brave and Startling Truth” (1995) and elegized Nelson Mandela in the poem “His Day Is Done” (2013), which was commissioned by the U.S. State Department and released in the wake of the South African leader’s death. In 2011 Angelou was awarded the Presidential Medal of Freedom. | © Encyclopædia Britannica, Inc.


Maya Angelou⏭, nata Marguerite Ann Johnson (Saint Louis, 4 aprile 1928 - Winston-Salem, 28 maggio 2014), è stata una poetessa, attrice e ballerina Statunitense.
Nell'arco di mezzo secolo ha pubblicato un'autobiografia divisa in sette parti, tre libri di saggistica e numerose raccolte di poesia, oltre a libri per bambini, drammi teatrali, sceneggiature e programmi televisivi. Ha ricevuto decine di premi e più di cinquanta lauree honoris causa. Maya Angelou è celebre soprattutto per le sette autobiografie incentrate sulle sue esperienze adolescenziali e della prima maturità. Con la prima autobiografia, Il canto del silenzio (1969, titolo originale: I Know Why the Caged Bird Sings), nella quale racconta la propria vita fino all'età di diciassette anni, ha incontrato un enorme successo e apprezzamento internazionale.
Biografia
Ragazza madre a diciassette anni, Angelou ha svolto i lavori più diversi, tra cui la tranviera, la cameriera, la cuoca, la mezzana, la prostituta, la spogliarellista, la ballerina, la cantante; ha fatto parte del cast dell'opera di George Gershwin Porgy and Bess, la giornalista in Egitto e l'insegnante nel Ghana durante il periodo della decolonizzazione, la coordinatrice dell'associazione per i diritti civili Southern Christian Leadership Conference, la compositrice, la scrittrice, l'attrice, l'autrice, regista e produttrice di drammi teatrali e programmi televisivi.
Dal 1982 è stata docente alla Wake Forest University di Winston-Salem, nella Carolina del Nord, di cui detiene la cattedra Reynolds di primo professore a vita in studi americani. Attiva nel movimento per i diritti civili, ha lavorato a fianco di Malcolm X, conosciuto nel Ghana, e, dopo il suo assassinio, con Martin Luther King, Jr. Dagli anni novanta ha partecipato a circa ottanta conferenze l'anno, attività che ha continuato a svolgere anche da ottantenne.
Nel 1993 Maya Angelou ha declamato la sua poesia «On the Pulse of Morning» alla cerimonia di insediamento alla presidenza di Bill Clinton, in questo risultando il primo poeta a recitare un proprio testo all'inaugurazione presidenziale dai tempi in cui, nel 1961, Robert Frost lesse i propri versi durante l'insediamento di John F. Kennedy.
Con Il canto del silenzio, Maya Angelou ha messo in piazza aspetti della propria vita privata, con una efficacia che l'ha portata ad esser ritenuta una portavoce sia delle istanze della popolazione afroamericana che delle donne nere, al punto che le sue opere vengono considerate un baluardo della cultura afroamericana. Benché vi siano stati tentativi di bandire i suoi libri in alcune biblioteche statunitensi, le sue opere sono ampiamente studiate nelle scuole e negli atenei anche fuori degli Stati Uniti.
Le opere più importanti di Angelou sono state etichettate come romanzi autobiografici, ma molti critici le considerano delle vere e proprie autobiografie. Maya Angelou ha compiuto un deliberato tentativo di opporsi alla struttura tipica dell'autobiografia, attraverso una messa in discussione, una rielaborazione e un accrescimento di questo genere letterario. I suoi libri sono incentrati su temi come il razzismo, l'identità, la famiglia e i viaggi.
Nota soprattutto per le sue autobiografie, Angelou è anche una poetessa affermata. Riguardo alla poesia, la critica è divisa tra coloro che ritengono di poco conto i suoi versi e coloro che ritengono che i criteri tipici adottati nell'interpretazione stilistica della sua opera poetica siano inadeguati a valutarla, nella misura in cui la sua poesia si riallaccia in modo originale alla tradizione orale afroamericana di oratori quali Frederick Douglass, Martin Luther King, Jr. e Malcom X.
Di fatto, un'ampia attenzione critica alla sua opera in versi è cominciata solo a partire dalla coinvolgente lettura di «On the Pulse of Morning» del 1993 durante l'insediamento del presidente Clinton, nonostante, fin dal 1971, abbia prodotto numerosi volumi di poesia con riscontro di vendite pari a quello delle autobiografie.
Oltre alla copiosa mole di dottorati ricevuti dalle università, Maya Angelou ha vinto numerosi premi letterari e per i diritti civili, onorificenze statali e di singoli gruppi di interesse.
È stata finalista, tra l'altro, del Premio Pulitzer per la poesia con la sua prima raccolta di versi Just Give Me a Cool Drink of Water 'fore I Diiie; ha ottenuto una nomination al Tony Award come migliore attrice non protagonista del dramma teatrale Look Away di Jerome Kilty (1973); ha vinto tre premi Grammy per il miglior album parlato. È stata nominata due volte membro di comitati e commissioni della Presidenza degli Stati Uniti (1975-76 e 1977); le è stata conferita la Medaglia nazionale delle arti dal Congresso nel 2000 e la Medaglia presidenziale della libertà da Barack Obama nel 2011.
In Italia sono usciti la raccolta di saggi Il semplice viaggio del cuore (1993, tit. or.: Wouldn't Take Nothing for My Journey Now), edito da Guanda nella traduzione di Laura Noulian nel 1994, e, per Frassinelli, i primi due volumi autobiografici Il canto del silenzio e Unitevi nel mio nome (1974, tit. or.: Gather Together in My Name), rispettivamente nel 1996 e nel 1999, entrambi nella traduzione di Maria Luisa Cantarelli.
Oggi può essere considerata un'importante esponente per la difesa dei diritti civili e rilevante portavoce della cultura afroamericana.
Maya Angelou muore nel 2014 ed il suo corpo è stato cremato. | © Wikipedia


Nessun commento:

Posta un commento

Info sulla Privacy

Fai una donazione con con Paypal

Archivio

Follow by Email