Textual description of firstImageUrl

The Muses frescoes at the Pompeii’s Moregine



Pompei - Affreschi di Moregine(primo triclinio) | Erato (detail)

Pompeii’s Moregine frescoes, which were unearthed inside a Roman villa discovered in 1959 during construction works for the Naples-Salerno highway, are on display inside the newly-restored Large Gymnasium.
The Moregine architectural complex is located outside the walls of Pompeii, approximately 600 meters South of the Stabian Gate.
The ancient villa was discovered at the mouth of the river Sarno and of its ancient trading post: a porticoed courtyard fronted by at least five frescoed triclinia, or formal dining rooms, and thermal baths under construction.


Even at the time, the difficulty of the excavation, due to the presence of a groundwater aquifer, led to the decision to remove the paintings.
During the past 50 years, three triclinia underwent restoration and now on display in the Large Gymnasium, which was reopened to the public after seven years of restoration.

The "A" Triclinium decorated with frescoes representing the Muses, the Greek goddesses of inspiration in literature, science and the arts and the God Apollo playing a lyre.
The "B" Triclinium, by contrast, portrays Castor and Pollux against a black background.
The "C" Triclinium shows a personification of the local river god (Sarno) painted on red walls.

The frescoes in "fourth style", traceable to the age of Nero, were the work of the same workshop that also decorated the more renowned House of the Vettii.

Pompei - Affreschi di Moregine(primo triclinio) | Tersicore

The house, which dates back to the mid-first century AD, belonged to the Sulpicii family, from Pozzuoli, who kept their business archive around here. It is likely that its purpose was to accommodate small groups of patrons, who were perhaps members of a collegium.
The excavation works, which resumed during the construction of the third lane of the highway, allowed to bring to light some interesting findings, such as wax tablets with registered contracts and perfectly preserved wooden architectural and decorative elements.

Pompei - Affreschi di Moregine(primo triclinio) | Clio

Pompei - Affreschi di Moregine(primo triclinio) | Erato

Pompei - Affreschi di Moregine(primo triclinio) | Talia

Pompei - Affreschi di Moregine(primo triclinio) | Vittoria alata

Pompei - Affreschi di Moregine(primo triclinio) | Filosofo o Poeta

Pompei - Affreschi di Moregine(primo triclinio) | Figura

Pompei - Affreschi di Moregine(primo triclinio) | Erato

Pompei - Affreschi di Moregine(primo triclinio) | Figura

Pompei - Affreschi di Moregine(primo triclinio) | Calliope

Gli affreschi di Moregine di Pompei, rinvenuti nella villa romana detta "dei Triclini" dell’omonima località nei pressi delle antiche mura di Pompei, vennero scoperti nel 1959 durante i lavori di costruzione dell'autostrada Napoli-Salerno.
Le pitture, di età neroniana, rappresentano varie divinità e muse. Sono conservate ed esposte nella Palestra Grande di Pompei.
Il complesso architettonico di Moregine si trova fuori le mura di Pompei, a circa 600 metri a sud di Porta Stabian. Alla foce del fiume Sarno e della sua antica stazione commerciale è stata rinvenuta l'antica villa: un cortile porticato fronteggiato da almeno cinque triclini affrescati, o sale da pranzo formali, e terme in costruzione.

Pompei - Affreschi di Moregine(primo triclinio) | Apollo

Nel corso degli ultimi 50 anni, tre triclini sono stati sottoposti a restauro e sono esposti nel Grande Ginnasio.

Il Triclinio "A" è costituito da tre pareti dipinte su cui sono raffigurate le muse e Apollo.
Il Triclinio "B", invece, ritrae Castore e Polluce su sfondo nero.
Il Triclinio "C" mostra una personificazione del dio fluviale locale (Sarno) dipinta su pareti rosse.

Gli affreschi riconducibili all'età neroniana, furono opera della stessa bottega che decorò anche la più rinomata Casa dei Vettii.
La casa, che risale alla metà del I secolo d.C., apparteneva alla famiglia Sulpicii, di Pozzuoli, che qui teneva l'archivio aziendale.
È probabile che il suo scopo fosse quello di ospitare piccoli gruppi di mecenati, forse membri di un collegio.
I lavori di scavo, ripresi durante la costruzione della terza corsia dell'autostrada, hanno permesso di portare alla luce alcuni interessanti reperti, come tavolette di cera con contratti registrati ed elementi architettonici e decorativi in legno perfettamente conservati.

Pompei - Affreschi di Moregine(primo triclinio) | Euterpe

Pompei - Affreschi di Moregine(primo triclinio) | Melpomene

Pompei - Affreschi di Moregine(primo triclinio) | Urania

Pompei - Affreschi di Moregine(primo triclinio)

Pompei - Affreschi di Moregine(primo triclinio) | Personificazione del fiume Sarno

Pompei - Affreschi di Moregine(primo triclinio)

Pompei - Affreschi di Moregine(primo triclinio) | Vittoria con tripode