Textual description of firstImageUrl

Walt Whitman | Do not let / Non lasciare

Non lasciare che finisca il giorno senza essere cresciuto un po',
senza essere stato felice, senza avere aumentato i tuoi sogni.
Non lasciarti vincere dallo scoraggiamento.
Non permettere che nessuno ti tolga il diritto ad esprimerti,
che e' quasi un dovere.
Non lasciar cadere la tensione di fare della tua vita
qualcosa di straordinario.

Jon Bøe Paulsen, 1958 | The Blue Hour

Non smettere di credere che le parole e le poesie
possono cambiare il mondo.

Succeda quel che succeda, la nostra essenza e' intatta,
siamo esseri pieni di passione.

La vita e' deserto ed oasi: ci abbatte, ci ferisce, ci insegna,
ci trasforma in protagonisti della nostra propria storia.
Benché il vento soffi contrario, la poderosa opera continua:
Tu puoi apportare una strofa.
Non smettere mai di sognare, perché nei sogni è Libero l'uomo.
Non cadere nel peggiore dagli errori: il silenzio.
La maggioranza vive in un silenzio spaventoso:
non ti rassegnare, fuggi.

"Emetto le mie urla sopra i tetti di questo mondo",
dice il poeta.
Stima la bellezza delle cose semplici.
Si può fare bella poesia su piccole cose,
ma non possiamo remare contro noi stessi: questo trasforma la vita in un inferno.
Godi del panico che ti provoca avere la vita davanti.

Vivila intensamente, senza mediocrità .
Pensa che in te sta il futuro ed affronta il compito
con orgoglio e senza paura.

Impara da chi possa insegnarti: le esperienze di chi
ci ha preceduto, dei nostri "poeti morti", ci sostengono
nel cammino della vita.

La società di oggi siamo noi, i "poeti vivi".
Non permettere che la tua vita passi senza che tu la viva.

Walter Whitman, noto come Walt Whitman (1819-1892), è stato un poeta, scrittore e giornalista statunitense. Considerato il padre della poesia americana, è stato il primo poeta moderno ad utilizzare comunemente il verso libero, di cui è considerato in un certo senso l'inventore. La sua opera più famosa, la raccolta poetica "Foglie d'erba", pubblicata in diverse edizioni a partire dal 1855, è considerata un classico della letteratura, così come la sua celeberrima poesia "O capitano! Mio capitano!"


Do not let the day end without having grown a bit, without being happy,
without having risen your dreams.
Do not let overcome by disappointment.
Do not let anyone you remove the right to express yourself,
which is almost a duty.

Do not forsake the yearning to make your life something special.
Be sure to believe that words and poetry it can change the world.
Whatever happens, our essence is intact.
We are beings full of passion. Life is desert and oasis.
We breakdowns, hurts us, teaches us, makes us protagonists of our own history.

David Gray | Waking Up

Although the wind blow against the powerful work continues:
You can make a stanza. Never stop dreaming, because in a dream, man is free.

Do not fall into the worst mistakes: the silence.
Most live in a dreadful silence. Do not resign escape.
"Issued by my alaridos roofs of this world", says the poet.

Rate the beauty of the simple things.
You can make beautiful poetry on little things, but we can not row against ourselves. That transforms life into hell.

Enjoy the panic that leads you have life ahead. Vivel intensely, without mediocrity.
Think that you are the future and facing the task with pride and without fear.
Learn from those who can teach you.
The experiences of those who preceded us in our "dead poets", help you walk through life.
Today's society is us "poets alive".
Do not let life pass you live without that.

Jonathan Wolstenholme, 1950