08/06/12 Aggiornato il:

Arts and Craft Movement, 1850-1900



Arts and Craft Movement - Il movimento delle arti e dei mestieri, 1850-1900, è un movimento artistico internazionale che fiorì tra il 1860-1910, soprattutto nella seconda metà di quel periodo, continuando la propria influenza fino al 1930. Si sviluppo' prima e più completa nelle isole britanniche, per puoi diffondersi in Europa e Nord America.
Condotto dall'artista e scrittore William Morris 1834-1896 e l'architetto Charles Voysey 1857-1941 durante il 1860 ed ispirato dagli scritti di John Ruskin 1819-1900 e Augustus Pugin 1812-1852, Arts and Craft Movement rappresenta la reazione degli artisti ed intellettuali alla industrializzazione galoppante del tardo Ottocento, che secondo loro portava all'impoverimento delle arti decorative e quelle applicate.

Arts and Craft Movement | 1850-1900
William Morris 1834-1896 | English textile designer
Lo sviluppo della macchina a vapore di James Watt nel 1765 aveva portato la Gran Bretagna alla meccanizzazione dell'industria, dell'agricoltura e dei trasporti. I membri del movimento Arts and Crafts erano artisti, architetti, designer, artigiani e scrittori, i quali temevano che l'industrializzazione avrebbe distrutto l'ambiente in cui le competenze ed i mestieri tradizionali prosperavano.
La produzione andava affidata alle macchine ed essi credevano che gli oggetti fatti a mano erano superiori a quelli fatti a macchina e che l'artigiano rurale aveva uno stile di vita superiore a coloro che lavoravano nelle fabbriche urbane e nelle fabbriche. Erano convinti che il declino generale degli standard artistici portati dalla industrializzazione avrebbe portato al declino sociale e morale della Gran Bretagna.
Le radici di pensiero di questo movimento si sviluppano dalle considerazioni di Augustus Pugin sull'enfatizzazione dello stile gotico, quale unico stile che contiene i principi della cristianità e, di conseguenza, della purezza e dell'onestà, incapace di nascondere la struttura.

Arts and Craft Movement | 1850-1900
William Morris 1834-1896 | English textile designer
Arts and Craft Movement | 1850-1900
William Morris 1834-1896 | English textile designer
Arts and Craft Movement | 1850-1900
William Morris 1834-1896 | English textile designer
Arts and Craft Movement | 1850-1900
William Morris 1834-1896 | English textile designer
Arts and Craft Movement | 1850-1900
William Morris 1834-1896 | English textile designer
Arts and Craft Movement | 1850-1900
William Morris 1834-1896 | British textile designer
Arts and Craft Movement | 1850-1900
William Morris 1834-1896 | British textile designer
Arts and Craft Movement | 1850-1900
William Morris 1834-1896 | British textile designer
Arts and Craft Movement | 1850-1900
William Morris 1834-1896 | British textile designer
Arts and Craft Movement | 1850-1900













William Morris 1834-1896 | British textile designer
Arts and Craft Movement | 1850-1900














Detail from a season ticket for The Arts Crafts Exhibition Society, Walter Crane, 1890














Seguace di Pugin fu John Ruskin, il quale afferma che il nuovo stile deve nascere sulle orme del lavoro medievale, caratterizzato dalla semplicità del lavoro dell'uomo e pertanto, concettualmente in contrapposizione alla freddezza dell'industria. Fu proprio Ruskin a contagiare William Morris con questa idea, mentre quest'ultimo segue le lezioni di Ruskin ad Oxfort nel 1851. Qui entrerà in contatto con John Bourne, il quale presenterà a Morris Rossetti, esponente dei Preraffaelliti. Morris segue così prima la la lezione di Ruskin, poi si fa contagiare dai Preraffaelliti ed in seguito ne fa una sintesi.

Arts and Craft Movement | 1850-1900
William Morris - Design for Trellis wallpaper, 1862

Il lavoro che Morris propone si basa sulle orme delle antiche corporazioni medievali. Il Medioevo viene visto come un periodo felice, con una società più coesa e quindi modello anti-industriale.
La sua produzione, di tappeti, tessuti, mobili, metalli, quindi nasce come anti-industriale, e con una forte componente collaborativa (Morris disegna e riprogetta mobili, rossetti li dipinge, lo stesso morris crea decorazioni geometriche bidimensionali che hanno la caratteristica di essere riprodotte serialmente in quanto sono standardizzate e codificate) tuttavia pone le basi dei principi del design moderno, perché è una produzione eclettica, ariosa molto più moderna dell'industria del tempo; nonostante questo, è destinata a fallire per i suoi costi elevati e per l'impossibilità di distribuire i suoi prodotti ai vari strati sociali. In realtà Morris creerà anche una società nel 1888 denominata Morris, Marshall&Co. che nascera dalla passata collaborazione nata per arredare la casa che William Morris si fa costruire da Philip Webb. Questa azienda userà le "macchine" industriale ma predominerà la concezione iniziale, ovvero: non è l'uomo al servizio della macchina, ma la macchina che deve essere al servizio dell'uomo; e così i prodotti dovranno essere progettati per essere altamente qualitativi per l'uomo, non per essere semplicemente più facilmente realizzabili da una macchina. Morris condivide con Ruskin, i principi fondamentali dell'analisi sulla degenerazione dei gusti, ed entrambi lo imputano al forte condizionamento subito dal consumatore, dall'artista e dal produttore, causato dalla struttura socio-economica.

Alphonse Maria Mucha | 1860-1939 - Arts and Craft Movement


Alphonse Maria Mucha | 1860-1939 - Arts and Craft Movement

Carl Larsson 1853-1919 | The Arts and Crafts Movement

Carl Larsson 1853-1919 | Swedish Realist painter | The Arts and Crafts Movement