Textual description of firstImageUrl

Khalil Gibran | Sulla libertà / Freedom


Alle porte della città e presso il focolare vi ho veduto, prostrati, adorare la vostra libertà,
Così come gli schiavi si umiliano in lodi davanti al tiranno che li uccide.
Sì, al bosco sacro e all'ombra della rocca ho visto che per il più libero di voi la libertà non era che schiavitù e oppressione.

Bellor 1911-2000 - Belgian Symbolist painter

And an orator said, Speak to us of Freedom.
And he answered:

At the city gate and by your fireside I have seen you prostrate yourself and worship your own freedom,
Even as slaves humble themselves before a tyrant and praise him though he slaysthem.
Ay, in the grove of the temple and in the shadow of the citadel I have seen the freest among you wear their freedom as a
yoke and a handcuff.

Joseph Christian Leyendecker (American artist, 1874-1951) | The Violinist and His Assistant, 1916

E in me il cuore ha sanguinato, poiché sarete liberi solo quando lo stesso desiderio di ricercare la libertà
Sarà una pratica per voi e finirete di chiamarla un fine e un compimento.

In verità sarete liberi quando i vostri giorni non saranno privi di pena e le vostre notti di angoscia e di esigenze.
Quando di queste cose sarà circonfusa la vostra vita, allora vi leverete al di sopra di esse nudi e senza vincoli.

Duy Huynh 1975 - Vietnamese Symbolist and Surrealist painter
Duy Huynh 1975 - Vietnamese Symbolist and Surrealist painter

Ma come potrete elevarvi oltre i giorni e le notti
Se non spezzando le catene che all'alba della vostra conoscenza hanno imprigionato l'ora del meriggio?
Quella che voi chiamate libertà è la più resistente di queste catene, benché i suoi anelli vi abbaglino scintillando al sole.

E cos'è mai se non parte di voi stessi ciò che vorreste respingere per essere liberi?
L'ingiusta legge che vorreste abolire è la stessa che la vostra mano vi ha scritto sulla fronte.
Non potete cancellarla bruciando i libri di diritto né lavando la fronte dei vostri giudici,

Neppure riversandovi sopra le onde del mare.

Mahyar 1987 - Professional Digital Artist
Mahyar 1987 - Professional Digital Artist

Se è un despota colui che volete detronizzare, badate prima che il trono eretto dentro di voi sia già stato distrutto.
Poiché come può un tiranno governare uomini liberi e fieri,
Se non per una tirannia e un difetto della loro stessa libertà e del loro orgoglio?
E se volete allontanare un affanno, ricordate che questo affanno non vi è stato imposto, ma voi l'avete scelto.
E se volete dissipare un timore, cercatelo in voi e non nella mano di chi questo timore v'incute.
In verità, ciò che anelate e temete, che vi ripugna e vi blandisce, ciò che perseguite e ciò che vorreste sfuggire,

Ognuna di queste cose muove nel vostro essere in un costante e incompiuto abbraccio.
Come luci e ombre unite in una stretta, ogni cosa si agita in voi.
E quando un'ombra svanisce, la luce che indugia diventa ombra per un'altra luce.
E così quando la vostra libertà getta le catene diventa essa stessa la catena di una libertà più grande.

Paige Bradley - American sculptor
Paige Bradley - American sculptor

And my heart bled within me; for you can only be free when even the desire of seeking freedom becomes a harness to you,
and when you cease to speak of freedom as a goal and a fulfilment.

You shall be free indeed when your days
are not without a care nor your nights without a want and a grief,
But rather when these things girdle your
life and yet you rise above them naked and unbound.

And how shall you rise beyond your
days and nights unless you break the chains
which you at the dawn of your under-
standing have fastened around your noon hour?
In truth that which you call freedom is
the strongest of these chains, though its
links glitter in the sun and dazzle your eyes.

And what is it but fragments of your own
self you would discard that you may become free?

If it is an unjust law you would abolish,
that law was written with your own hand
upon your own forehead.
You cannot erase it by burning your law
 books nor by washing the foreheads of your
judges, though you pour the sea upon them.
And if it is a despot you would dethrone,
see first that his throne erected within you is destroyed.

For how can a tyrant rule the free and
the proud, but for a tyranny in their own
freedom and a shame in their own pride?
And if it is a care you would cast off, that
care has been chosen by you rather than imposed upon you.

And if it is a fear you would dispel, the
seat of that fear is in your heart and not in
the hand of the feared.

Verily all things move within your being
in constant half embrace, the desired and
the dreaded, the repugnant and the cherished,
the pursued and that which you would escape.
These things move within you as lights
and shadows in pairs that cling.
And when the shadow fades and is no
more, the light that lingers becomes a
shadow to another light.
And thus your freedom when it loses its fetters becomes itself the fetter of a greater freedom.



Nessun commento:

Posta un commento

Info sulla Privacy