Textual description of firstImageUrl

Stanisław Żukowski (1873-1944) | Impressionist painter



Stanislav Yulianovich Zhukovsky (Polish: Stanisław Żukowski, Russian: Станислав Юлианович Жуковский) was a Polish🎨-Russian painter🎨, and a member of Mir Iskusstva.
Zhukovsky was born in Yendrikhovtsy (Jędrzychowice), Grodno Province.
He was a student of Isaac Levitan🎨 and a graduate of the Moscow School of Painting.


Zhukovsky became a celebrated landscapist working in a unique style which projected impressionistic methods and skills as well as his interpretation of the tradition of the Russian realist school.
He established his own art studio in Moscow where he mentored students, including later to become a celebrated avantgardist Liubov Popova and a young Vladimir Mayakovsky who was then working as a poster artist.
As a painter, Zhukovsky left a legacy from capturing Russian landscapes and pre-revolutionary sites and the interior of Russian estate houses.
His social predisposition left him skeptical of the Bolshevik revolution, and in 1923 he left Soviet Union for his ancestral homeland Poland, then already an independent country.
After the German occupation of Poland, during the World War II he was arrested by the Nazis and held at the prisoner transit camp (Durchgangslager) at Pruszków where he eventually died in 1944. | © Wikipedia


































Stanislav Yulianovich Zhukovsky (polacco: Stanisław Żukowski, russo: Станислав Юлианович Жуковский) è stato un pittore Polacco-Russo, membro della Mir Iskusstva.
Zhukovsky è nato a Yendrikhovtsy (Jędrzychowice), provincia di Grodno.
Era uno studente di Isaac Levitan🎨 e si è laureato alla Scuola di pittura di Mosca.
Zhukovsky divenne un famoso paesaggista che lavorava in uno stile unico che proiettava metodi ed abilità impressionistiche, nonché la sua interpretazione della tradizione della scuola realista russa.
Ha fondato il suo studio d'arte a Mosca dove ha fatto da tutor agli studenti, incluso in seguito per diventare un celebre avanguardista Liubov Popova ed un giovane Vladimir Mayakovsky che all'epoca lavorava come artista di manifesti.


Come pittore, Zhukovsky ha lasciato in eredità i paesaggi russi, i siti pre-rivoluzionari e l'interno delle case russe.
La sua predisposizione sociale lo lasciò scettico sulla rivoluzione bolscevica, e nel 1923 lasciò l'Unione Sovietica per la sua patria ancestrale Polonia, allora già un paese indipendente.
Dopo l'occupazione tedesca della Polonia, durante la seconda guerra mondiale fu arrestato dai nazisti e tenuto nel campo di transito dei prigionieri (Durchgangslager) a Pruszków dove alla fine morì nel 1944.





Nessun commento:

Posta un commento

Info sulla Privacy