Cerca / Search

Textual description of firstImageUrl

Fanny Fleury | Academic painter

Fanny Laurent Fleury, known as Madame Fanny (1846-1923) was a French painter.
Fleury was born in Paris, France, and trained with Emile Auguste Carolus-Duran, Marie Durand and Jean-Jacques Henner.
She developed a reputation as a talented portraitist and painter of figure studies.
She also painted genre scenes and still life, which she exhibited at the Salons of Saint-Etienne and Dijon.



With the exception of Rosa Bonheur (French, 1822-1899), Fleury was perhaps the most successful female exhibitor in the history of the Paris Salon, having works accepted consistently from 1869-1882, and in many afterwards.
She also exhibited at the Salons of Saint-Etienne and Dijon, and received an honorable mention at the Exposition Universelle of 1889.

In 1893, the organizers of the Universal Exhibition in Chicago granted a pavilion dedicated to Women: this Woman's Building incorporated around a hundred visual artists from all over the world, including thirty French painters, partly forgotten, including Fanny Fleury.


Whatever the reason for Fanny Fleury's unjustified neglect, today the artist's works are being rediscovered and Fanny Fleury is one of the pioneering women painters.

Her painting The Pathway to the Village Church was included in the 1905 book Women Painters of the World.
Fleury died in Paris. | References: Français Wikipedia; Galerie Ary Jan, Paris.




Fanny Fleury, nata Fanny Louise Laurent e conosciuta come Madame Fanny (Parigi, 1846-1923) è stata una pittrice Francese.
Allieva di Jean-Jacques Henner, Fanny Fleury conquistò rapidamente il maestro con il suo talento di ritrattista.
Per continuare a fornire un insegnamento di qualità, Henner la spinse ad unirsi al "La bottega delle signore", che, come suggerisce il nome, era destinato alle donne a cui non era permesso frequentare l'École des Beaux-Arts prima del 1897.

Carolus-Duran, che fu l'iniziatore ed anche il maestro di questa classe, permise così alle donne artiste di seguire lo stesso insegnamento dato agli uomini.
Anche molti artisti Americani si recarono a Parigi per ricevere la formazione artistica da Carolus-Duran e Jean-Jacques Henner.
Fu così che Fanny Fleury conobbe John Singer Sargent, con il quale strinse amicizia.


Dal 1869 Fanny Fleury partecipò al Salon des Artistes Français.
Fu una delle espositrici femminili di maggior successo nella storia del Salon di Parigi, con opere accettate regolarmente dal 1869 al 1882, e successivamente in molti altri saloni.

Al Salon del 1884, un critico dichiarò che Fleury aveva "eguagliato i suoi maestri", Henner e Duran.

Espose ai Saloni di Saint-Etienne e Dijon e ricevette una menzione d'onore all'Esposizione Universale del 1889.


Nel 1893 uu invitata alla Esposizione Universale di Chicago, dove un padiglione speciale, "Woman's building", incorporò un centinaio di artisti figurativi provenienti da tutto il mondo, tra cui trenta pittrici francesi, in parte dimenticate, tra cui Fanny Fleury.

Le Monde illustré giudicò Coquetterie, esposto al Salon del 1883, come segue:
"Se il gusto femminile domina nell'opera per la semplicità della composizione, per l'armonia dei colori, l'artista vi ha comunque dispiegato qualità maschili, una grande correzione del disegno, una grande fermezza di tocco ed una grande potenza di colori».

Qualunque sia la ragione dell'abbandono ingiustificato di Fanny Fleury, oggi le opere dell'artista vengono riscoperte e Fanny Fleury è una delle pittrici pioniere.