Cerca / Search

Textual description of firstImageUrl

Cornelis de Heem | Baroque painter

Cornelis de Heem (8 April 1631 (baptized) - 17 May 1695 (buried) was a still-life painter associated with both Flemish Baroque and Dutch Golden Age painting.
He was a member of a large family of still-life specialists, of which his father, Jan Davidszoon de Heem (1606–1684), was the most significant.
Cornelis was baptised in Leiden on 8 April 1631, and moved with his family to Antwerp in 1636.



He appears to have been trained by his father in Antwerp, who, like him, was born in the Dutch Republic but died in the Southern Netherlands.
Jan's subsequent career, like many painters - especially after the Peace of Westphalia in 1648 - moved fluidly between the two traditionally-connected areas of the north and south Low Countries.

He became a member of the Antwerp painters' guild in 1660, and from 1667 until the late 1680s he was variously active in Utrecht, IJsselstein, and The Hague.
It is often not easy to distinguish the works of the different members of the family, which included his brother Jan Jansz., nephew Jan Jansz. II, and son David Cornelisz (1663 - after? 1718), who all painted mostly flower and fruit pieces in a similar style and probably often collaborated.

Cornelis's works, however, tend to be small, display a preference for strong blues, and, over time, shifted away from the painterly style preferred by his father.
He died in Antwerp, aged 64.




Cornelis de Heem (1631-1695) è stato un pittore di nature morte associato sia al barocco Fiammingo che alla pittura del Secolo d'oro Olandese.
Era un membro di una grande famiglia di specialisti della natura morta, di cui suo padre, Jan Davidszoon de Heem (1606–1684), era il più significativo.
Cornelis fu battezzato a Leiden l'8 aprile 1631, e si trasferì con la sua famiglia ad Anversa nel 1636.


Sembra che sia stato addestrato dal padre ad Anversa, che, come lui, era nato nella Repubblica olandese ma morì nel Paesi Bassi meridionali.
La successiva carriera di Jan, come quella di molti pittori, specialmente dopo la pace di Westfalia nel 1648, si mosse fluidamente tra le due aree tradizionalmente collegate del nord e del sud dei Paesi Bassi.
Divenne membro della corporazione dei pittori di Anversa nel 1660, e dal 1667 fino alla fine del 1680 fu variamente attivo a Utrecht, IJsselstein e L'Aia.

Spesso non è facile distinguere le opere dei diversi membri della famiglia, tra cui il fratello Jan Jansz., il nipote Jan Jansz. II ed il figlio David Cornelisz. (1663-dopo? 1718), che dipinsero per lo più pezzi di fiori e frutta in uno stile simile e probabilmente collaborarono spesso.
Le opere di Cornelis, tuttavia, tendono ad essere piccole, mostrano una preferenza per il blues forte e, nel tempo, si sono allontanate dallo stile pittorico preferito da suo padre.
Morì ad Anversa, all'età di 64 anni.