Home    About Me    Sitemap    Disclaimer    Privacy
Textual description of firstImageUrl

Pierre Auguste Renoir | Landscapes

Renoir explored landscape painting throughout his career. Early on he was influenced by painters from the Barbizon school🎨, a group of French artists who advocated naturalistic representation through direct study from nature. Many of the Barbizon artists painted pure landscapes, natural landscapes that show little or no evidence of human activity.
Renoir followed this example by working outdoors, creating both studies as well as completed paintings in plein-air.
The French term plein-air (literally meaning "open air") describes the practice of painting outdoors for the purpose of capturing effects of light and atmosphere.
The popularity of this type of painting increased through the nineteenth century as painting materials became more lightweight and portable and thereby making it easier for artists to paint on site.
Plein-air painting is often characterized by unconcealed brushstrokes, rough surface texture and loosely defined forms. Many of these features are a result of the need to work rather quickly in outdoor environments, though Renoir also utilizes them as a way of rendering atmospheric conditions. | © Philadelphia Museum of Art



Pierre Auguste Renoir ~ Il paesaggio






Pierre Auguste Renoir ~ Il paesaggio

Conosciuto come il pittore-maestro di figure, Pierre Auguste Renoir (1841-1919) diede capolavori assoluti ed interamente impressionisti, anche nel genere del paesaggio.
I primi di quei dipinti furono le tele che egli dipinse assieme all'amico Monet.


Pierre Auguste Renoir ~ Il paesaggio








  • "Quando, immersi nel silenzio, sentiamo tutt'a un tratto squillare il campanello, abbiamo l'impressione che il rumore sia molto più stridente di quanto lo sia effettivamente. Ebbene! Io cerco di far vibrare un certo colore in modo così intenso come se il rumore del campanello risuonasse in mezzo al silenzio.
  • Resto al sole non tanto per eseguire dei ritratti in piena luce, ma per scaldarmi e per osservare. Così, a forza di vedere l'esterno, ho finito con l'accorgermi solo delle grandi armonie senza più preoccuparmi dei piccoli dettagli che spengono il sole anziché infiammarlo.
  • Com'è difficile capire nel fare un quadro qual è il momento esatto in cui l'imitazione della natura deve fermarsi. Un quadro non è un processo verbale. Quando si tratta di un paesaggio, io amo quei quadri che mi fanno venir voglia di entrarci dentro per andarci a spasso".
~ Pierre Auguste Renoir
















Fai una donazione con con Paypal

Follow by Email

Archivio