Textual description of firstImageUrl

Albert Edelfelt | Pittore naturalista

Albert Gustaf Aristides Edelfelt (Porvoo, 1854-1905) è considerato uno degli artisti più importanti dell'Età d'Oro dell'arte Finlandese.
Ha vissuto nel Granducato di Finlandia e ha reso visibile la cultura Finlandese all'estero, prima che la Finlandia ottenesse la piena indipendenza.
Edelfelt nacque nel 1854 a Porvoo, figlio dei finlandesi di lingua svedese Carl Albert Edelfelt (1818-1869), un architetto, e di Alexandra Edelfelt, nata Brandt (1833–1901).
Suo padre è morto quando era ancora giovane e sua madre ha dovuto allevare lui e i suoi fratelli più piccoli da sola a causa di difficoltà finanziarie. È stato molto vicino a sua madre per tutta la vita-
Iniziò i suoi studi formali d'arte nel 1869 presso la Drawing School della Finnish Art Society e continuò come allievo di Adolf von Becker (1871-1873).



Studiò pittura storica all'Accademia d'arte di Anversa (1873-1874) prima di diventare allievo di Jean-Léon Gérôme all'École Nationale des Beaux-Arts di Parigi (1874-1878).
Ha inviato a sua madre centinaia di lettere quando era via.

A Parigi, ha condiviso uno studio con l'americano Julian Alden Weir, che lo ha presentato a John Singer Sargent.
Successivamente studiò a San Pietroburgo (1881-1882). Ha avuto relazioni romantiche con numerose donne, tra cui Antonia Bonjean e Virginie a Parigi.
Sposò la baronessa Anna Elise "Ellan" de la Chapelle nel 1888, e lo stesso anno ebbero un figlio, Erik.
Si conoscevano fin dall'infanzia, ma il loro matrimonio non aveva molto calore.
La morte di sua madre nel 1901 lo colpì molto.
Morì improvvisamente per insufficienza cardiaca nel 1905, scioccando molti, ed al suo funerale parteciparono un gran numero di persone.
Anche Erik morì poco dopo nel 1910.

Edelfelt fu uno dei primi artisti finlandesi a raggiungere la fama internazionale.
Ebbe un considerevole successo a Parigi e fu uno dei fondatori del movimento Realista in Finlandia.
Influenzò inoltre molti giovani pittori Finlandesi come Akseli Gallen-Kallela.
















La storia di Edelfelt include anche il suo coinvolgimento e la sua amicizia con il famoso biologo, microbiologo e chimico francese Louis Pasteur.
Uno dei dipinti più importanti di Edelfelt è il suo ritratto di Pasteur.
Le lettere di Edelfelt a sua madre, scoperte e scritte solo di recente in svedese, rivelano prove della conoscenza di Edelfelt e del lavoro con Pasteur, affermando le abitudini lavorative ed i tratti della personalità di Pasteur.
Questo ritratto del 1885 di Louis Pasteur è l'immagine più riprodotta dello scienziato stesso.

Albert Edelfelt | Ritratto di Louis Pasteur (study)

È il ritratto più popolare perché è diverso da molti altri ritratti tipici di Pasteur, dove è seduto in modo semplice.
Questo specifico ritratto lo dipinge mentre interagisce con il suo ambiente e usa gli strumenti moderni del suo tempo.
Pasteur si è impegnato attivamente, lavorando con Edelfelt, nella creazione di questo dipinto.
Questo ritratto dipinto da Edelfelt ha avuto un impatto sulla carriera di Pasteur poiché ha dipinto positivamente la sua reputazione nei confronti del pubblico. Raffigurare Pasteur nel mezzo delle sue opere ha fatto emergere aspetti di sé e del suo lavoro che il pubblico non avrebbe visto altrimenti.